MotoGP, Andrea Iannone: “Marquez è un pilota forte e corretto”

Andrea Iannone (© Getty Images)
Andrea Iannone (© Getty Images)

Sono da poco terminate le Qualifiche del Gran Premio di Germania della classe regina che si disputerà domani al Sachsenring: la pole position è stata conquistata da Marc Marquez seguito da Hector Barbera e Valentino Rossi. Non bene invece le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, che partiranno rispettivamente dal settimo e nono posto della griglia di partenza.

Il ducatista di Vasto è particolarmente dispiaciuto per la posizione di svantaggio dalla quale scatterà domani al Sachsenring: un vero peccato la caduta che lo ha condizionato a metà qualifiche: “Mi dispiace per come è andata la qualifica, siamo sempre migliorati, in tutto il weekend siamo andati molto forte e quindi sono molto dispiaciuto per come è andata”, ha raccontato Iannone di microfoni di Sky dopo la prova. “Ho potuto usare solo una gomma e si sa che con la seconda vai più forte – ha aggiunto – . Ce l’ho messa tutta, peccato che è andata così”.

Iannone ha poi spiegato a Sky che “non ho ancora provato le modifiche al telaio, ma io mi trovo bene con la mia moto, anche se soffro veramente tanto con il davanti, non riesco a sentire un buon grip e questo non mi aiuta a curvare”. “Io però non mollo – aggiunge -, quando vedo che c’è la possibilità cerco di dare il massimo. Potrei accontentarmi, ma sono fatto così, quando vedo che si può fare qualcosa in più io ci provo sempre e sono contento così, poi certo l’errore è sempre lì vicino”.

Infine, riguardo al contatto “sfiorato” con Marc Marquez, Iannone precisa che “stavo facendo il mio primo giro lanciato, Marc era comunque fuori traiettoria, nessun problema, assolutamente, Marc mi ha visto arrivare e si è spostato. E’ un pilota forte e corretto, va bene cosi'”.

 

La parola ad Andrea Dovizioso

L’altro ducatista Andrea Dovizioso è ottimista e positivo dopo le odierne Qualifiche, nonostante il settimo tempo. “In qualifica non ho fatto un gran giro, potevo recuperare una fila essendo tutti vicini, ma a parte quello il turno 4 non è andato male”, ha spiegato il forlivese sempre ai microfoni di Sky Sport. “Non siamo i più veloci ma siamo nel gruppo, siamo migliorati turno dopo turno e l’abbiamo fatto. Domani probabilmente sarà freddo. Vogliamo sempre di più, ma non male”.

“Complimenti a Barbera – ha aggiunto – per aver fatto quel tempo con quella moto lì, ma il Sachsenring è molto particolare, il range per fare tutto perfetto è veramente piccolo, devi essere aggressivo ma molto morbido, subentrano tante cose, la moto, come hai lavorato nel week end e tanto altro”. Insomma, la gara di domani sarà tutta da scrivere.