Yamaha, Rossi: “Mi piace il Sachsenring”. Lorenzo: “Non ho mai vinto”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo un periodo di riposo di tre settimane Valentino Rossi e Jorge Lorenzo ritornano in pista al Sachsenring per cercare di dimenticare la brutta prestazione di Assen e frenare la corsa di Marc Marquez verso il titolo iridato.

Il Dottore ha dimostrato di avere un grande ritmo in questa stagione, di aver risolto il problema delle qualifiche dell’anno scorso riuscendo a trovare il giusto set-up entro la fine del primo giorno di prove libere. Ma la caduta di Austin, il problema al motore nel GP del Mugello, la scivolata sul bagnato di Assen hanno rallentato le speranze di rincorrere il decimo titolo in carriera, sebbene da qui alla fine del campionato ci siano ancora dieci gare e tutto può succedere.

Al Sachsenring Valentino Rossi ha sempre trovato un buon feeling nonostante non sia una pista molto adatta alla Yamaha. Qui ha vinto quattro gare, tre secondi posti e due terzi posti nella classe regina. “Ho molta voglia di tornare in pista. In questi ultimi giorni ho riposato a casa, ma ora voglio partire per la gara del Sachsenring – ha detto il campione di Tavullia -. Ad Assen abbiamo lavorato bene per tutto il fine settimana e siamo stati veramente veloci, sia in condizioni di asciutto sia di bagnato, ma la gara non è stata molto fortunata per noi. Sul circuito del Sachsenring dovremo lavorare bene come abbiamo fatto durante tutti i fine settimana in questa stagione. Siamo veloci e mi sento a mio agio con la YZR-M1 e con le gomme Michelin. Mi piace questa pista – ha concluso il pesarese – e domenica farò del mio meglio per fare una buona gara”.

Sachsenring ‘maledetto’ per la Yamaha

Dopo il Sachsenring ci sarà la lunga pausa estiva e si tornerà in pista il 14 agosto, un motivo in più per fare bene e cercare una vittoria che qui manca dal 2009: “Siamo di fronte all’ultimo round della prima parte della stagione e siamo ansiosi di avere un grande risultato prima della vacanza estiva. Non mi aspettavo una gara così difficile ad Assen, ma alla fine siamo stati in grado di ottenere alcuni punti preziosi per il campionato – ha affermato Jorge Lorenzo -. Ora andiamo al Sachsenring, un circuito dove non ho mai vinto. E’ sempre una pista difficile per me e per la YZR-M1, ma quest’anno – con diverse elettronica e gomme – non si sa mai. Ogni gara è un punto interrogativo, vediamo se questa volta siamo in grado di essere più competitivi in Germania”.