Jorge Lorenzo: “Rossi in forma, con lui nessun rapporto”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (©Getty Images)

Con la caduta di Valentino Rossi ad Assen, è Jorge Lorenzo il rivale più diretto di Marc Marquez per il titolo. Il campione in carica MotoGP ha 24 punti di distacco dal connazionale, mentre il Dottore è in ritardo di 42.

Potrebbe essere una lotta tutta spagnola per lo scettro iridato 2016. Intanto nel week-end si corre in Germania. Al Sachsenring l’attuale leader del campionato ha vinto le ultime tre edizioni della gara. In generale è una pista Honda, visto che negli ultimi sei anni lì ha trionfato solo il team Repsol. E’ del 2009 l’ultimo successo Yamaha, con Valentino Rossi. Dunque è scontato dire chi sia favorito per salire sul gradino più alto del podio domenica.

Nonostante ciò, la scuderia di Iwata proverà a sconfiggere i rivali su un tracciato a loro amico. Non sarà facile, ma la moto carenata Movistar ha i mezzi per vincere. Ne siamo sicuri. Ci aspetta una gran battaglia.

Jorge Lorenzo parla di Rossi e Marquez

Jorge Lorenzo ha rilasciato un’intervista al quotidiano AS. Innanzitutto ha parlato di come arriva all’appuntamento del Sachsenring, considerando le sei vittorie di fila Honda e la situazione in classifica. Spiega: “E’ diverso dagli ultimi anni. In particolare gli pneumatici Michelin (piuttosto che Bridgestone). E’ cambiata anche l’elettronica, ma la maggior parte delle cadute sono causate dalle gomme, in particolare la parte anteriore. Quando si perde l’anteriore è molto difficile recuperare e non cadere. Ci sono state molte cadute”.

Il maiorchino espone nel dettaglio la situazione poi: “Tre zeri di Valentino, quasi tre miei con il decimo di Assen e Marquez senza uno zero. Sono stato solo sfortunato a Montmelò, mentre in Argentina ho commesso un errore. Senza questo sarei molto vicino a Marquez, ma sono cose che accadono e non si può cambiare. I 24 punti sono sono abbastanza, ma potrebbero essere di più. E Rossi, che sembra essere in gran forma, è a 42, che sono molti. Non so quanto sia complicato, ma il campionato è molto interessante, perché Marquez sta dando il meglio di sé e guida meglio che mai, ma la Honda sembra essere in difficoltà. Invece, nonostante Rossi sia il più in forma, è il più lontano. Io ho avuto due gare negative, ma aveva vinto a Le Mans e al Mugello e ora vedremo cosa succederà in Germania”.

Jorge Lorenzo è convinto di poter ancora vincere il titolo. In fondo mancano diverse gare alle fine del Mondale e dunque è ovvio che ci creda. E’ un campione e guida una Yamaha che va forte. Non potrebbe essere diversamente il suo pensiero. Sempre sul Mondiale ha approfondito ulteriormente il discorso: “E’ un campionato in cui posso dominare in un circuito con cinque o dieci secondi di vantaggio, come ho fatto a Le Mans, o in cui possono farlo Marquez e Rossi su altri circuiti. Ma se si hanno problemi puoi fare terzo, quarto o quinto. Oppure cadere. Ora il favorito è Marquez, per i punti, perché è il leader e perché nelle ultime due gare ha fatto secondo ed è costante. Tutto può succedere”.

Successivamente gli viene chiesto del suo rapporto con Valentino Rossi. Ma anche della distensione delle relazioni tra il Dottore e Marc Marquez dopo Barcellona, appuntamento in cui purtroppo morì Luis Salom. Jorge Lorenzo ha risposto così: “Finora non vi è alcun rapporto. Non so cosa accadrà in futuro. In passato Rossi ha avuto dure accuse contro noi due e alla fine, quello che è successo con Luis sicuramente facilitato l’approccio con Marquez che senza quella disgrazia non sarebbe accaduto. Vediamo cosa succederà in futuro”.