Drammatico incidente ferroviario in Puglia: 11 morti, decine di feriti

(© Getty Images)
(© Getty Images)

Undici morti e decine di feriti. E’ questo il bilancio, ancora provvisorio, dell’incidente ferroviario che si è verificato questa mattina in provincia di Bari.

Due treni regionali della della società privata Ferrotramviaria SpA carichi di pendolari si sono scontrati frontalmente, sulla linea a binario unico che collega Barletta al capoluogo pugliese, nella zona compresa tra Andria e Corato, in aperta campagna. Alla base dell’incidente potrebbe esserci un errore umano.

L’impatto tra i due convogli è stato violentissimo: i soccorritori sono sul posto e operano anche attraverso gli elicotteri. Stanno lavorando per recuperare le persone rimaste incastrate nelle carrozze dei due treni, alcune delle quali risultano completamente accartocciate. Un bambino è stato estratto vivo dalle lamiere. “Ci sono molti morti, è una tragedia immane”, ha detto il comandante dei vigili del fuoco di Andria, Riccardo Zingaro.

Il punto in cui è avvenuto l’incidente è particolarmente impervio da raggiungere, perché i mezzi di soccorso devono passare per strade strette e sterrate di campagna delimitate da muretti a secco. I mezzi dei vigili al momento sostano tra gli ulivi secolari che circondano le lamiere. I soccorritori lavorano in condizioni difficili anche a causa del caldo. Un poliziotto ha avuto un malore.

Nella zona è stato intanto allestito un ospedale da campo per i primi soccorsi. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi sta seguendo gli sviluppi dell’incidente. “Non ci fermeremo finché non sarà fatta chiarezza”, ha commentato il premier, esprimendo “cordoglio” per le vittime del disastro.

Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio si stanno recando sul luogo dello scontro per assicurare il coordinamento delle operazioni di soccorso. Delrio ha chiamato la società Rfi per chiedergli di mettersi a disposizione e dare tutto il supporto alle società coinvolte (che come detto non sono del gruppo Fs) e alle indagini. Il Gruppo FS esprime il proprio cordoglio e attraverso le sue società, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, ha offerto la piena disponibilità di tutte le strutture e i tecnici per ogni supporto operativo.

“È un disastro come se fosse caduto un aereo! I soccorsi e la protezione civile è tutta sul posto, purtroppo ci sono vittime!”, ha scritto in un post su Facebook il sindaco di Corato Massimo Mazzilli, arrivato sul posto subito dopo lo scontro tra treni avvenuto in Puglia sulla linea Corato-Andria in cui sono morte dieci persone.