Motomondiale ecologico con HVO e Scania

Scania logo
Scania logo (©Getty Images)

Dorna e Scania sono i protagonisti di una collaborazione volta alla maggiore sostenibilità ecologica del Campionato del Mondo.

Scania è uno dei partner logistici più importanti del MotoGP e fornisce i mezzi di trasporto necessari per muovere il paddock di circuito in circuito in tutto il mondo. Sia Dorna, società organizzatrice del campionato motociclistico più seguito al mondo, sia Scania sono impegnati a rendere la loro attività il più ecologica possibile e l’HVO (Hydrotreated Vegetable Oil per combustibili) è l’ultimo passo dal punto di vista della sostenibilità.

Scania e MotoGP amici dell’ambiente

HVO offre una riduzione fino al 90% di CO2 e vanta prestazioni migliori rispetto l’alternativa diesel. Scania ha dato vita a una linea di trasporti con queste caratteristiche ed ora anche il Motomondiale se ne è fornito per muovere l’intero paddock durante la stagione. In questo modo Dorna e Scania si alleano per vincere questa grande scommessa ambientale insieme.

Scania vuole diventare leader del trasporto sostenibile che è sicuramente ciò che le necessità ci imporranno in futuro”, ha affermato Jacob Tharna, direttore prevendita, marketing e supporto alle vendite di Scania Ibérica. “Siamo felici e orgogliosi di collaborare con Dorna che è la prima azienda in Spagna che prova questa soluzione con Scania. Ne apprezziamo moltissimo l’iniziativa e condividiamo la visione per ridurre l’impatto sull’ambiente dei trasporti”.

Pau Serracanta, managing director Area Commerciale di Dorna ha aggiunto: “Siamo molti soddisfatti di lavorare con Scania per questa iniziativa. È bello vedere che abbiamo gli stessi obiettivi in termini di sostenibilità. La tecnologia avanzata è importante per il campionato del mondo, non solo quella delle moto ma anche di tutto il paddock. Le innovazioni in termini di ambiente sono un traguardo che cerchiamo sempre di raggiungere e l’iniziativa HVO con Scania è uno dei tanti passi che stiamo compiendo e si inserisce nel programma di sostenibilità ambientale promosso da FIM al quale stiamo già partecipando”.