F1 GP Silverstone: Hamilton re d’Inghilterra. Ferrari male

F1 GP Silverstone 2016
F1 GP Silverstone 2016 (©Getty Images)

Si è da pochi istanti concluso il Gran Premio di Silverstone di F1. Lewis Hamilton ha vinto la gara di casa e si è ulteriormente rilanciato in chiave titolata.

Secondo posto per l’altra Mercedes di Nico Rosberg, però sotto investigazione. Il tedesco ha avuto la meglio sul giovane talento Max Verstappen. Quarto Daniel Ricciardo sempre su Red Bull. Solo quinto Kimi Raikkonen con la Ferrari, seguito da Sergio Perez (Force India).

Corsa davvero maledetta per Sebastian Vettel. L’altro ferrarista, infatti, ha chiuso in nona posizione. Per lui pure una penalizzazione di 5 secondi per un sorpasso non regolare. Per 8 decimi però non perde il piazzamento. Le rosse molto distanti dalle Mercedes pure oggi e peggio anche delle Red Bull.

F1 GP Silverstone 2016: ordine di arrivo

1  Lewis Hamilton Mercedes 00:01.39.347
2  Nico Rosberg Mercedes +6″911
3  Max Verstappen Red Bull +8″250
4  Daniel Ricciardo Red Bull +26″211
5  Kimi Raikkonen Ferrari +69″743
6  Sergio Perez Force India +76″941
7  Nico Hulkenberg Force India +77″712
8 Carlos Sainz Toro Rosso +85″858
9  Sebastian Vettel Ferrari +91″654
10 Daniil Kvyat Toro Rosso +92″600
11 Felipe Massa Williams +1 giro
12 Jenson Button McLaren +1 giro
13 Fernando Alonso McLaren +1 giro
14  Valtteri Bottas Williams +1 giro
15  Felipe Nasr Sauber +1 giro
16  Esteban Gutierrez Haas +1 giro
17 Kevin Magnussen Renault +1 giro

F1 GP Silverstone 2016: il racconto della gara

A causa della pioggia battente la gara è stata dichiarata bagnata e le monoposto sono partite dietro alla safety car. Dopo 5 giri quest’ultima rientra e la corsa comincia a tutti gli effetti. Lewis Hamilton mantiene la prima posizione, dietro di lui Nico Rosberg è insidiato da Max Verstappen. Quarto un po’ più staccato Daniel Ricciardo. Tanti piloti rientrano subito ai box per montare le gomme intermedie, tra questi anche Kimi Raikkonene e Sebastian Vettel.

Al sesto giro rientra Ricciardo, mentre uno dopo è il turno di Hamilton, Rosberg e Verstappen che approfittano della virtual safety car scattata dopo l’uscita di pista di Pascal Wehrlein. Per questi tre posizioni invariate, con il campione del mondo che cerca subito la fuga. Il compagno, nonché leader del campionato, deve invece guardarsi dal 18enne della Red Bull. In quarta posizione si è inserito Sergio Perez con la Force India, ai danni di Daniel Ricciardo. Sesto Kimi Raikkonen, seguito da Carlos Sainz su Toro Rosso. L’altra Ferrari, quella di Sebastian Vettel, è solo undicesima al 12° giro. Persino Fernando Alonso con la McLaren è davanti al tedesco.

Tutto invariato nelle successive tornate. Ma alla fine del 15° giro Vettel rientra e monta le gomme medie. Intanto Verstappen passa Rosberg con una fantastica manovra all’esterno. Successivamente rientrano anche Raikkonen, Hamilton, Rosberg stesso, Perez e Ricciardo. Un giro dopo anche Verstappen, che mantiene la seconda piazza e con un certo vantaggio sul rivale della Mercedes.

Errore di Vettel intanto. Il ferrarista perde alcune posizioni e si ritrova nuovamente dodicesimo. Gara difficile per lui. Al 22° giro Ricciardo supera Perez e conquista la quarta posizione. La situazione è la seguente: Hamilton-Verstappen-Rosberg-Ricciardo-Perez-Raikkonen-Sainz-Hulkenberg-Massa-Alonso-Kvyat-Vettel. Al 24° fuori pista a sorpresa di Alonso, che al rientro è tredicesimo. Peccato, lo spagnolo stava insidiando Massa da vicino. Un giro dopo errore anche di Sainz Jr, che viene ripassato da Raikkonen (anche lui prima aveva sbagliato) e pure da Hulkenberg.

Hamilton guida sempre la corsa, mentre Rosberg fa giri veloci e si avvicina a Verstappen. Al 29° giro Vettel supera Kvyat ed entra in zona punti. Si mette all’inseguimento di Massa, distante meno di 2″. Al 35° giro la situazione più interessante riguarda la lotta tra Verstappen e Rosberg. Il tedesco attaccate e il giovane rivale si difende con le unghie e con i denti. Intanto Hamilton ha accumulato oltre 6″ di vantaggio sui due. Per il resto tutto invariato. C’è solo Vettel che può ambire a superare Massa per la nona posizione. Sorpasso che avviene, non senza difficoltà, al 38° giro. Nella medesima tornata Rosberg passa Verstappen e poi lo distanzia nettamente.

Nel mentre Raikkonen si è avvicinato di giro in giro a Perez e punta la quinta piazza. Al 44° giro è sotto il secondo di svantaggio. Vettel penalizzato di 5″ per la manovra effettuata nel sorpasso su Massa. Ha infatti portato il collega fuori pista. Intanto Rosberg tenta la difficile impresa si rimontare oltre 6″ su Hamilton a meno di 10 giro dalla fine.

AL 47° giro Raikkonen supera Perez e agguanta il quinto posto. Rosberg invece accusa dei problemi al cambio e così Verstappen si avvicina. Il tedesco va sotto investigazione perché dal box probabilmente gli hanno comunicato qualcosa di troppo. Le comunicazioni quest’anno sono più restrittive e dunque il team deve limitare i consigli al proprio driver.

La gara di F1 a Silverstone si conclude con la classifica provvisoria che vede Hamilton, Rosberg, Verstappen, Ricciardo, Raikkonen, Perez, Hulkenberg, Sainz, Vettel e Kvyat tra i primi 10. Vettel per poco è riuscito a tenere la nona piazza. Si attendono comunicazioni sulla possibile penalità di Rosberg.