F1 Silverstone, Sebastian Vettel: “Ferrari indietro, ma posso recuperare”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Per la Ferrari il week-end del Gran Premio di Silverstone è molto difficile. Già dalle prove libere si era capito e nelle Qualifiche c’è stata la conferma. Non solo la Mercedes è decisamente più veloce delle rosse, ma anche le Red Bull sono davanti.

Kimi Raikkonen domani partirà quinto, invece Sebastian Vettel undicesimo. Il tedesco è stato retrocesso di cinque posizioni a causa della sostituzione del cambio in mattinata. Ennesima partenza ad handicap per lui, che altrimenti sarebbe scattato affianco al compagno. Invece sarà costretto a fare una difficile rimonta da metà gruppo e sperare che davanti qualcuno sbagli.

In Gran Bretagna la monoposto di Maranello non è abbastanza competitiva, ma il team resta fiducioso per la gara. Si sa che tutto può sempre succedere. Però affidarsi dalla fortuna e al caso non è da scuderia che punta in alto. Purtroppo il progetto 2016 del Cavallino Rampante non è risultato vincente e c’è ancora tanto lavoro da fare.

Sebastian Vettel fiducioso, ma ammette i problemi

Sebastian Vettel al termine della giornata si è concesso ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole: “Penso che abbiamo una macchina veloce e dovremmo riuscire a recuperare. Ovviamente non siamo stati abbastanza rapidi nel week-end per dare filo da torcere alle Mercedes, perché hanno avuto un passo davvero forte su questa pista. Sembra che siamo un po’ indietro. In generale abbiamo fatto dei passi avanti, però non abbastanza rispetto ad altri, come la Red Bull. C’è parecchio terreno da recuperare, bisogna rendere la macchina più veloce. Serve anche dare più carico aerodinamico e rendere la monoposto più efficiente aggiungendo potenza”.

Al tedesco è stato chiesto se fosse preoccupato dalla fragilità della Ferrari. L’ennesimo problema non lo ha certo fatto contento. Risponde: “No, non è una cosa a cui penso. Mi aspetto una bella gara domani. Abbiamo un buon passo e avrei potuto essere almeno quarto. Dovrò partire bene e fare dei progressi. Poi chissà, magari pioverà, non si può mai sapere. Bisogna restare calmi e correre”.

Sebastian Vettel è consapevole dei problemi della sua monoposto, però guiderà cercando di andare oltre essi. Ovviamente essere indietro rispetto a Mercedes e Red Bull già non aiuta, se poi ci si mettono pure i problemi di affidabilità la situazione peggiora. Come ha detto giustamente, serve essere tranquilli e dare il massimo domani.