Ferrari, Vettel: “Serve lavorare”. Raikkonen: “Felice di restare”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Per la Ferrari il week-end del Gran Premio di Silverstone si è aperto con una notizia inaspettata. Ovvero il rinnovo del contratto di Kimi Raikkonen fino al 2017. Era in scadenza a fine anno e c’erano dei dubbi sulla sua permanenza, ma alla fine la scuderia lo ha confermato.

C’è però una pista con cui dover fare i conti adesso. Nelle prove libere le rosse hanno evidenziato di essere ancora dietro le Mercedes. E pure le Red Bull nella seconda sessione di libere si sono messe davanti. Domani il team dovrà fare un grande lavoro per capire come guadagnare dei decimi sul giro secco e a livello di passo. Mandare uno dei due piloti su podio è l’obiettivo minimo. I vertici di Maranello vorrebbero vincere, ma il gap sulla Mercedes rimane sostanzioso.

 

Ferrari, parlano Vettel e Raikkonen

Sebastian Vettel da Silverstone ha commentato la sua situazione dopo le prove libere. Queste le sue parole: “Le condizioni non erano facili, nel pomeriggio c’era molto vento. Il long run non è andato male, ma io non ho ancora del tutto chiaro dove stamo davvero considerando la concorrenza. Credo che abbiamo per le qualifiche abbiamo ancora un sacco di lavoro da fare per essere più veloci”.

Il tedesco non fa catastrofismo, però fa ben intendere che non è competitivo quanto vorrebbe. Quella di domani sarà una giornata cruciale per sistemare alcune cose nel box Ferrari. A Sebastian Vettel è stato anche chiesto del rinnovo di Kimi Raikkonen. Ha risposto: “Sono contento, perché non dovrei esserlo? Il nostro compito è raggiungere la Mercedes e lavoreremo ancora insieme per questo. Lui è un grande, non ha vinto a caso. E’ uno dei più talentuoso della F1”.

Pure il finlandese, ovviamente, ha commentato il proprio prolungamento contrattuale: “È importante sia arrivato ora, ma non cambierà il nostro modo di lavorare nei week-end di gara, sarà solo più semplice perché smetteranno di chiedermi del contratto. Sono felice di essere qui e di esserci ancora nel 2017”. Ma ha esposto le proprie considerazioni anche sulle prove libere odierne: “Con le hard forse è stato un po’ più complicato, ma le condizioni erano complicate e non ci hanno aiutato. Però stiamo crescendo, possiamo migliorare e anche l’anno scorso abbiamo avuto un avvio difficile qui”. Il pilota Ferrari  è fiducioso per il fine settimana di Silverstone.