MotoGP: quelle misteriose coincidenze tra Valentino Rossi e Doohan

Valentino Rossi Assen
Valentino Rossi (© Getty Images)

Nella sua straordinaria carriera, Mick Doohan ha affrontato e superato più di una volta grande difficoltà. Diciotto anni fa, in particolare, l’ex pilota motociclistico australiano si trovava in una situazione molto simile a quella di Valentino Rossi nel 2016. Ma ne è uscito vincitore.

Quando Doohan fu costretto a ritirarsi dopo la storica caduta a Jerez, nel 1999, il suo capotecnico Jeremy Burgess, si ritrovò di punto in bianco disoccupato. E Valentino Rossi, allora rookie della classe 500cc, ebbe la felice intuizione di ingaggiarlo per la sua stagione d’esordio. Così, dal 2000 in poi, il Dottore e il noto ingegnere australiano hanno intessuto una stretta e proficua collaborazione, capace di resistere – pur tra altri e bassi – ai vari passaggi di team: dalla Honda alla Yamaha, poi alla Ducati e ancora alla Yamaha. Ma Rossi e Doohan hanno molte altre cose in comune.

Nella stagione 1998, infatti, Doohan pagò il pegno di ben tre cadute in altrettanti round del Motomondiale. Una débacle che gli costò tanti punti in classifica quanti ne aveva perso nei quattro campionati precedenti. Ma il grande australiano (classe 1965) era inarrestabile – e seppe darne concreta dimostrazione. Quell’anno vinse otto gare e in altre tre arrivò secondo. Il risultato fu una straordinaria rimonta che gli valse non solo il suo ultimo titolo iridato. Da allora nessun pilota della classe regina è mai riuscito in un’impresa simile.

Ora che il Campionato del Mondo della MotoGP si avvia verso il 9° weekend di gara della stagione, in programma al Sachsenring, il Campione di Tavullia si trova in una situazione pressoché identica a quella di Doohan 18 anni fa. L’italiano è andato “a vuoto” ben tre volte in questo Motomondiale 2016, ha messo a segno due vittorie, è finito due volte secondo e una volta quarto. Rossi è ora a 42 punti di distanza dal rivale della Honda Marc Marquez. Per conquistare il suo decimo titolo iridato, è al modello Doohan che deve guardare.