MotoGP, Pramac lascia Ducati? Idea Suzuki per il 2018

ducati Pramac
(©Getty Images)

Pramac dal 2005 possiede un team clienti Ducati e negli ultimi anni ha ottenuto buoni risultati. La collaborazione tra la squadra satellite e quella ufficiale si è fatta più forte. Ciò ha aiutato non poco i piloti. Basti pensare alle performance di Andrea Iannone prima e Danilo Petrucci poi. E mettiamoci anche il podio di Scott Redding nell’ultimo Gran Premio di Assen.

Però questo idillio potrebbe spezzarsi tra non molto. Infatti in Pramac dovrà valutare se nel 2017 la Ducati fornirà lo stesso tipo di supporto, oppure se gli sforzi saranno tutti concentrati su Jorge Lorenzo. Infatti il prossimo anno il campione del mondo approderà a Borgo Panigale e con lui c’è l’obiettivo di vincere. Un investimento così grande va tutelato e pertanto i team clienti potrebbero subirne della conseguenze.

Ovviamente ciò non è scontato, però sarà il 2017 a far capire a Pramac se è il caso di proseguire assieme o cambiare. Si parla di un’ipotesi Suzuki e il boss Francesco Guidotti ha confermato a crash.net: “Abbiamo avuto una buona risposta da Suzuki quando abbiamo parlato. Hanno detto che metterebbero altre due moto a disposizione nel 2018. Abbiamo un contratto con Ducati per il prossimo anno, ma prendiamo in considerazione altre soluzioni. C’è tempo per decidere, si parla del 2018”.

Non viene comunque escluso di restare in Ducati. “Dipende dalla strategia di Ducati e da che moto forniranno. Siamo disponibili a collaborare. Lorenzo arriverà e così Ducati sarà molto focalizzata su di lui, prima di tutto”. In Pramac vogliono garanzie tecniche per proseguire la partnership. L’idea di passare in Suzuki potrebbe essere buona, soprattutto se la moto di Hamamatsu farà progressi notevoli.

Intanto il team ha confermato che nel 2017 i piloti saranno ancora Danilo Petrucci e Scott Redding. Non c’erano grossi dubbi in merito. I due rappresentano una buona coppia e possono ottenere risultati positivi. Intanto c’è un campionato MotoGP 2016 da concludere e vedremo dove arriverà la squadra. La prossima gara è il Sachsenring, in Germania.