Drammatico incidente sull’A14: 22enne tra la vita e la morte

foto dal web
foto dal web

Sta lottando tra la vita e la morte Sara Menichelli, la studentessa universitaria di Fabriano estratta dalle lamiere dopo un drammatico incidente in autostrada avvenuto sabato sera. La vettura, una Toyota Yaris guidata da un amico, ha tamponato un autoarticolato e con un testacoda si è fermata nella corsia centrale dell’A14 proprio mentre transitava la Fiat Croma di due anziani coniugi torinesi di passaggio nelle Marche, per motivi ancora da chiarire.

Tutto è accaduto nel giro di pochi minuti, verso le 22.50, un chilometro prima del casello autostradale Loreto-Porto Recanati, in direzione Pescara. Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia stradale di Porto San Giorgio, i sanitari del 118 e i vigili del fuoco di Ancona.

F.A., 26enne di Perugia e Sara Menichelli, 22enne di Fabriano, si trovavano a bordo della Yaris che ha tamponato un tir condotto da G.V., di 42 anni di Salerno. Il giovane al volante ha improvvisamente perso il controllo del mezzo e, come accennato, si è ritrovato in testacoda in mezzo alla corsia dell’A14. Il conducente della Croma non ha fatto in tempo a frenare: ne è scaturito inevitabilmente un secondo incidente da paura. I bilancio è di quattro i feriti. I due anziani, in stato di choc, hanno riportato solo lievi traumi.

Quanto ai due giovani, sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette. Lei è gravissima ed è ricoverata in Rianimazione in prognosi riservata, avendo riportato numerosi traumi. I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per estrarre la ragazza, poi hanno messo in sicurezza i mezzi coinvolti e prestato assistenza alla stradale impegnata nei rilievi. La corsia sud è rimasta parzialmente chiusa, rallentando il traffico particolarmente intenso in quelle ore.

I genitori della ragazza, Rita e Giancarlo, sono molto conosciuti a Fabriano, e particolarmente attivi nella parrocchia San Venanzio, dove lei presta servizio come organista e nell’equipe Pastorale familiare della Diocesi. In piena notte sono stati avvertiti di quanto accaduto e si sono precipitati all’ospedale di Torrette. Ieri, durante la messa domenicale, i parroci della Misericordia e della cattedrale di San Venanzio hanno invitato a pregare per lei e la sua famiglia, e sui social sono tantissimi i messaggi di solidarietà, incoraggiamento e auguri di pronta guarigione.

Forza Sara, anche noi di Tuttomotoriweb facciamo il tifo per te!