WDW, Andrea Dovizioso batte Bayliss: “Guardate quanto rosso c’è”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (© Getty Images)

E’ Andrea Dovizioso a vincere la sfida “offroad” con le Scrambler Flat Track Pro andata in scena a Misano nella cornice della World Ducati Week 2016. La gara Flat Track ha visto il forlivese imporsi sul pluricampione del mondo della Superbike Troy Bayliss.

L’attesissima gara sponsorizzata da TIM rientra tra le tante attività proposte durante il mega-raduno organizzato anche quest’anno dalla Casa di Borgo Panigale. Per l’occasione è stata allestita una pista speciale all’interno del circuito, dove otto campioni di MotoGP e Superbike, in sella a otto Scrambler Flat Track Pro, si sono dati battaglia a colpi di spettacolari derapate e altrettanto spettacolari inseguimenti. Dopo una serie di batterie a eliminazione diretta, Dovizioso si è aggiudicato la manche finale davanti a Bayliss.

Il pilota Ducati confermato per la prossima stagione al fianco di Jorge Lorenzo si dice felice per il grande afflusso di fan all’evento: “C’è tanta responsabilità, ma danno molta più spinta, guardate quanto rosso c’è. Quando abbiamo le gare questo fa la differenza perché sappiamo che dietro di noi c’è un popolo rosso che spinge”, spiega il forlivese, come riporta Sportfair.

Impossibile non far cenno alla caduta di domenica scorsa ad Assen durante il Gran Premio d’Olanda: “Una grande delusione – ammette Dovizioso – , abbiamo fatto un week end buono, eravamo veloci in qualsiasi situazione, abbiamo lavorato bene, purtroppo la caduta in gara due ha rovinato tutto, ma in gara 1 ero davvero veloce, con Valentino, ci potevamo giocare la gara”.

Infine un commento sulla sfida – stavolta calcistica – di questa sera tra Italia e Germania valida per i quarti di finale di Euro 2016: “Forza Italia, mi ha sorpreso un sacco, sono orgoglioso di essere italiano… ancora è lunga la strada però ci crediamo e stasera spingeremo forte. Conte sicuramente sta facendo la differenza con un gruppo forte, senza top player come altre squadre. Hanno lavorato davvero bene, ed è l’unico modo forse per essere competitivi e andare avanti. Stasera facciamo l’evento qua, c’è lo schermo che farà vedere la partita, saremo qua con tutti i ducatisti a guardare la partita”, conclude Dovi.