Jorge Lorenzo: “Titolo possibile, ma Marquez favorito”

Jorge Lorenzo Marc Marquez
Jorge Lorenzo e Marc Marquez (©Getty Images)

Jorge Lorenzo è naufragato nella pioggia di Assen nell’ultimo Gran Premio d’Olanda MotoGP. Il campione in carica non è andato oltre il decimo posto finale, molto deludente. Un piazzamento che sarebbe stato peggiore senza i tanti ritiri avvenuti in gara.

Grandi difficoltà per lui in quelle condizioni di bagnato. Il suo feeling con la gomma anteriore Michelin era scarso e, temendo di cadere, lo spagnolo non ha spinto. Una decisione che lo ha portato a risultare veramente lento. Non sembrava neppure lui quello visto in pista domenica. Abituati come siamo a vederlo sempre tra i primi.  Lui comunque resta in corsa per il titolo, anche se ora sono 24 i punti che deve recuperare su Marc Marquez. Nel prossimo appuntamento del Sachsenring, in Germania, dovrà provare a mettere la propria Yamaha davanti alla Honda del connazionale.

Jorge Lorenzo crede nel titolo MotoGP

In un’intervista concessa a Marca il pilota maiorchino ha affrontato diversi temi importanti. Si è partiti dalle ultime due gare del campionato, chiuse con soli 6 punti. Questo il commento “Arrivavo da due vittorie, ma le ultime due corse sono state difficili. Una per la caduta (a Montmelò) e nell’altra non ho trovato il giusto setup. E’ stato un disastro, uno dei peggiori week-end, non ero veloce. Però ho salvato sei punti e questo tipo di gare di danno esperienza. Anche imparare a perdere è importante”.

Quando gli viene chiesto dei tanti zero collezionati dai favoriti per il titolo, in particolare lui e Valentino Rossi, ha le idee chiare. E risponde: “Molto semplice, gli pneumatici Michelin stanno giocando un ruolo fondamentale in questo senso”.

Jorge Lorenzo viene poi interpellato su un altro argomento. Quello riguardante la possibilità di avere con lui in Ducati uno tra Max Biaggi e Casey Stoner come consulente. Una scelta sulla scia di quella presa da Valentino Rossi con l’ingaggio dell’ex pilota Luca Cadalora. Replica così: “Non credo che sia qualcosa di fondamentale, ma a volte può aiutare se stessi. Non lo so, sono stato il primo ad avere un tale figura con Debon e poi Wilco Zeelenberg. E ora altri beneficiano di questa figura. Vedremo”.

Infine gli viene domandato delle sue chance per vincere il titolo MotoGP. Il campione in carica afferma: “Non ho una sfera di cristallo. Non so cosa accadrà. So solo che in questo momento Marquez è favorito, con ben 24 punti di vantaggio. Nel 2014 la Honda è stata più competitiva e ora lui sta facendo la sua parte molto. Se non ho più zeri o gare negative, posso combattere fino alla fine per il titolo”. Jorge Lorenzo ci crede ancora e fa bene, mancato otto gran premi alla fine della stagione.