Carlo Pernat
Carlo Pernat (foto Facebook)

Carlo Pernat è un noto manager di piloti e tra i suoi clienti ha anche Andrea Iannone. Il rider Ducati ha grande talento, ma troppe volte è frenato dalla sua irruenza. La troppa voglia di vincere, o comunque di stare più avanti possibile, lo hanno indotto più volte a compiere errori.

Quest’anno le colpe maggiori le ha avute in Argentina e in Spagna. Nel primo caso stese il compagno Andrea Dovizioso all’ultima curva, togliendo a entrambi un podio praticamente certo. Nel secondo, invece, ha buttato giù Jorge Lorenzo e sé stesso inutilmente, visto che era più veloce e avrebbe lo stesso passato lo spagnolo in breve tempo.

A causa dei fatti avvenuti in Catalogna, il centauro di Vasto è dovuto partire ultimo ad Assen. Nonostante questo handicap, ha concluso la gara al quinto posto. Un ottimo risultato. Anche se va detto che la corsa è stata pazza e ha avuto due partenze. Nella prima parte Andrea Iannone era pure caduto, vanificando la rimonta, e la ripartenza lo ha favorito. Altrimenti il piazzamento sarebbe stato diverso.

Carlo Pernat ha parlato così del pilota Ducati: “Il problema con alcuni driver è tutta gente intorno a loro e, talvolta, mettono cose in testa che finiscono per far loro del male. Iannone non poteva continuare con l’atteggiamento che aveva e lo ha capito. E’ un grande pilota – riporta AS – e da ora sarà fare ancora meglio”.

Il manager ha grande fiducia nel proprio assistito e lo supporterà anche nel 2017, quando ci sarà l’approdo in Suzuki. Un’avventura affascinante che Andrea Iannone condividerà con Alex Rins, pilota della Moto2 già annunciato dal team di Hamamatsu. “Iannone farà una grande squadra in Suzuki con Rins – spiega Carlo Pernat -, un pilota con un futuro incredibile e che può e deve essere il prossimo Maverick Viñales”. C’è molta fiducia su questa esperienza futura.