F1 Ferrari, Sebastian Vettel: “Austria bella pista per correre”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel e la Ferrari cercheranno la prima vittoria del 2016 domenica. Nel week-end si disputa infatti il Gran Premio d’Austria sul circuito di Spielberg, dove negli ultimi due anni ha però trionfato Nico Rosberg. Quindi, come sempre, la Mercedes parte come favorita.

La scuderia di Maranello proverà a battere le frecce d’argento di Stoccarda, ma non sarà facile. Purtroppo le rosse quest’anno non si sono dimostrate ancora vincenti e il gap da recuperare è ancora evidente. In alcune piste il distacco è limitato, però in altre emerge in modo molto chiaro.

Vedremo se sul tracciato austriaco il Cavallino Rampante tornerà sul gradino più alto del podio. Sarebbe bello risentire suonare l’inno italiano. Vincere risulterebbe anche uno sgarbo alla Red Bull, che affronta la gara di casa e ci tiene a fare bene.

Sebastian Vettel e Jock Clear sul GP Austria

Sebastian Vettel al sito ufficiale della Ferrari ha analizzato la pista in cui correrà da venerdì. Queste le sue parole: “Il circuito è in una zona montuosa. Penso che la pista sia molto bella. Ci sono molti cambi di pendenza, salite e discese e questo rende tutto più entusiasmante. Tutto intorno ci sono montagne e quando si è fortunati, si vede anche la neve sulle cime. Il tempo può essere bello o brutto, comunque è un bel posto per correre. Il circuito è molto corto, non ci sono tante curve e quindi è fondamentale affrontare ognuna di queste nel modo migliore. Il giro è particolarmente breve, quindi se ne fanno molti ed è importante trovare in fretta il ritmo, soprattutto durante la gara”.

Il tedesco sembra felice di gareggiare in Austria, luogo gradito. Ovviamente è consapevole delle difficoltà che ci potranno essere. Però lui e il team lavoreranno per vincere. Jock Clear, Responsabile delle Attività di pista della Scuderia Ferrari, ha aggiunto il proprio parere. Afferma: “E’ un circuito impegnativo. L’Austria è una pista molto semplice, con solo cinque vere curve ed alcuni lunghi rettilinei, un mix tra un circuito di potenza e uno ad alto carico aerodinamico. In termini di sfida tecnica è una delle piste più corte e questo fa sì che anche i più piccoli dettagli abbiano un impatto significativo sul tempo sul giro. Il circuito quest’anno è stato riasfaltato, ma ancora non sappiamo cosa aspettarci dal nuovo fondo stradale. Non sappiamo quale sarà l’impatto sulle gomme, ma questo vale per tutte le squadre”.