Valentino Rossi: “Miller unica nota positiva di Assen”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Domenica disastrosa per Valentino Rossi, ma ricca di felicità per Jack Miller. Se il Dottore è scivolato sul bagnato mentre era primo, l’australiano invece è stato bravo poi a vincere. Forse addio ai sogni di gloria titolati per il primo, grande iniezione di fiducia per il secondo.

Il pilota Yamaha ha buttato via l’occasione di recuperare punti su Marc Marquez. Erano 22, ora sono 42. Mancano otto gare al termine del campionato MotoGP 2016 e il tempo per recuperare ci sarebbe. Ma sarà difficile. Lo spagnolo quest’anno sembra più consistente e maturo, rischia meno quando non ci sono le condizioni adatte per andare oltre un certo limite. Ragiona maggiormente.

Per il ragazzo del team Marc VDS un successo che arriva come risposta alla molte critiche che gli erano piombate addosso. Il salto dalla Moto3 alla MotoGP considerato prematuro e una scarsa competitività. Così si diceva di lui, talento ancora da sgrezzare. Adesso dovrà dimostrare che la vittoria di Assen non è solo frutto dell’occasione. Attenzione, nessuno si aspetta di vedergli vincere altre gare o di salire sul podio. Però si spera che possa fare meglio di quanto visto finora. Certi risultati possono cambiarti la carriera. Vedremo se sarà il suo caso.

Intanto Valentino Rossi ci ha tenuto ad elogiare proprio Jack Miller. Parole al miele per il collega: “La sua vittoria è l’unica nota positiva di domenica. Abbiamo un buon rapporto e mi piace molto. E’ stato bello vederlo bere dallo stivale. Sono davvero felice per lui. Dopo l’infortunio di inizio stagione è migliorato. E’ un ragazzo eccezionale con un sacco di talento”.

Anche il centauro di Tavullia fa riferimento al grande salto compiuto dal giovane collega nel 2015. Commenta così: “Ha rischiato venendo direttamente in MotoGP – riporta Speedweek -. Non so se fosse la scelta giusta. Questa è la mia opinione. Ma con questa vittoria forse ha dimostrato che aveva ragione e io mi sbagliavo”.

Infine Valentino Rossi sottolinea le difficoltà di Jack Miller e la meritata gioia ottenuta ad Assen. Queste le sue parole: “Per lui è stato difficile. Quindi è positivo che è stato ricompensato e ha vissuto quel momento di felicità. Non è facile essere veloce con la sua Honda, moto difficile da gestire e non sempre competitiva. Lui ha dimostrato di avere controllo del mezzo in condizioni complicate. E’ stato il più veloce”.