Valentino Rossi: “Battaglia serrata con Lorenzo e Marquez”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi arriva all’appuntamento del Gran Premio d’Olanda ad Assen molto carico. Ha vinto l’ultima gara a Montmelò e spera di vincere anche in quella che è considerata l’Università delle due ruote.

Sul tracciato olandese ha trionfato nel 2015, dopo una bella battaglia con Marc Marquez, e in altre otto occasioni tra 125, 250 e 500/MotoGP. Un tracciato che gli piace molto e gradirebbe arrivare al decimo successo, come avvenuto a Catalogna. Ovviamente ci saranno il citato Marquez e Jorge Lorenzo a mettergli i bastoni tra le ruote. E occhio pure alle Ducati e a Maverick Vinales con la Suzuki.

Il Dottore deve arrivare davanti ai suoi rivali. Infatti deve recuperare punti nella classifica iridata. Sono 22 le lunghezze di distanza da Marquez e 12 da Lorenzo.

Valentino Rossi in conferenza da Assen

Valentino Rossi è stato tra i protagonisti della solita conferenza stampa dal giovedì. Ha esordito così: “Assen è una delle piste migliori durante la stagione. Una delle mie preferite. Penso che sia molto buona per molti piloti, perché è una grande pista. Ritengo che l’anno scorso è stato uno dei migliori week-end per me. Perché alla fine sono stato capace di vincere dopo una dura battaglia con Marquez. Durante il fine settimana ero veloce, sono partito dalla pole position e fu ottimo. Però quest’anno è diverso”.

Il nove volte campione del mondo ha ricordato la grande lotta con Marc Marquez del 2015. Un duello risolto all’ultima curva, in cui ci fu contatto e lui dovette tagliare la chicane. Però ritiene che nel 2016 la situazione sia diversa e ha spiegato perché: “Abbiamo differenti gomme da capire, dobbiamo essere forti dall’inizio e provare a capire il nostro potenziale”.

A Valentino Rossi viene poi chiesto della battaglia per il titolo con Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Queste le sue parole: “Ci sono molti piloti forti. Ma nelle ultime gare noi lo siamo stati capaci di esserlo un po’ di più. La battaglia è veramente ristretta e molto dura, perché il livello è alto. I piccoli dettagli e il lavoro del week-end fanno la differenza per la domenica”. I tre sono ristretti in 22 punti.