Rc auto, scatola nera obbligatoria entro 12 mesi

Rc auto
(foto dal web)

Via all’obbligo della scatola nera entro il 2017. Gli emendamenti approvati ieri dalla commissione industria del Senato al ddl Concorrenza, infatti, danno delega al governo di emanare, entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge, i decreti legislativi per disciplinare l’installazione obbligatoria del dispositivo su tutti i mezzi di trasporto. In un primo momento sui veicoli pubblici, poi su quelli privati che potranno così beneficiare di sconti sulle polizze assicurative per l’auto. Ma, come già anticipato qualche settimana fa su Tuttomotoriweb, la misura non manca di suscitare polemiche.

“Il meccanismo di abbassamento non è affidato al mercato, ma sarà automatico”, ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Carlo Calenda. Gli automobilisti, com’è noto, per ora possono installare la scatola nera in via volontaria e beneficiare così di uno sconto sulla Rc Auto. Nel testo dell’emendamento di ieri, che porta il nome dei senatori PD Salvatore Tomaselli e Luigi Marino, viene spiegato che non ci saranno “maggiori oneri per i cittadini”, ma secondo le associazioni dei consumatori non sarà affatto così: a loro dire si tratta di una “promessa da marinaio”.

Per il presidente del Codacons Carlo Rienzi, in particolare, “è assolutamente impossibile garantire che i costi relativi alla scatola nera sulle autovetture non ricadano sugli utenti “perché l’installazione e la manutenzione ordinaria e straordinaria della scatola nera su un’auto privata”, così come “la gestione dei dati e i necessari cambiamenti che vedranno coinvolte l’industria automobilistica e le imprese assicurative” avranno costi elevati.

E pure nell’ipotesi in cui “la norma preveda che non siano i cittadini a farsi carico di tale spese i maggiori costi saranno inevitabilmente traslati sugli utenti finali, attraverso incrementi di tariffe e prezzi”, aggiunge. Per questo il Codacons sollecita il governo a trasformare l’obbligo in una “scelta su base volontaria”. Insomma, il dibattito è ancora aperto.

E voi, cari lettori di Tuttomotoriweb, cosa ne pensate?