Nell’afa dell’Arizona la Lamborghini diventa un forno (VIDEO)

La Lamborghini adibita a forno (foto Youtube)[
La Lamborghini adibita a forno (foto Youtube)

La mega ondata di calore che sta letteralmente incendiando l’Arizona ha avuto anche dei risvolti comici (si fa per dire), come documenta questo video che proponiamo ai lettori di Tuttomotoriweb. Protagonista il proprietario di una Lamborghini che, approfittando della canicola asfissiante, ha deciso di usare la sua bella supercar arancione come “forno” per cuocersi qualche bistecca e altre prelibatezze per la gioia del palato. Una bella prova di adattamento, non c’è che dire…

Purtroppo, le alte temperature registrate in queste ore oltreoceano, e in particolare nelle regioni sudoccidentali degli Stati Uniti, stanno provocando anche conseguenze assai più serie. Nel corso del terzo fine settimana di giugno, le temperature hanno raggiunto di picchi di 46-48 gradi (quelle percepite sono anche superiori ai 50 gradi). Nella capitale, Phoenix, si sono toccati i 47,5° C (118° F).

Dopo la morte di cinque escursionisti in Arizona proprio a causa del grande caldo, le autorità hanno invitato la popolazione a limitare l’esposizione all’aperto, specie nel corso delle ore più calde del giorno. Il governatore dello Stato ha decretato lo stato di allerta.

Drammatica la situazione anche in California, che brucia ormai da giorni. Gli incendi sono stati causati dal caldo eccessivo e da una siccità che si dura da anni e che ha reso gli alberi più vulnerabili. Ne sono morti già 66 milioni, il che può portare a conseguenze ancora più devastanti, mettendo in pericolo la vita delle persone. Più di 850 case sono state evacuate dall’inizio di questa settimana. I vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di rimuovere gli alberi morti pericolosi e domare le fiamme con gli elicotteri, che si sono spinte lungo la costa sud dello Stato, dalla foresta nazionale di Angeles a San Diego, fino all’Arizona e il New Mexico.

A San Diego, in particolare, sono state evacuate per precauzione 600 abitazioni. Preoccupante la situazione a Santa Barbara dove le fiamme hanno divorato 7.800 acri di terreno (oltre 3.000 ettari) nonostante l’intervento di quasi 2000 tra pompieri e volontari, accorsi per domare le fiamme.