Dimentica figlia in auto, cerca di rianimarla nel frigo: accusato di omicidio

Dimentica la figlia di 6 mesi nell’auto al sole e poi cerca di rianimarla mettendola in frigo. Una storia assurda che giunge dal Texas, adesso il padre è accusato di omicidio.

Un uomo di 33 anni, Michael Thedford, ha lasciato per ore la figlioletta nell’auto rovente, prima di cercarla di rianimare mettendola in frigorifero. Ma la piccola non ha retto alle temperature estreme con il caldo record che in questi giorni sta sconvolgendo parte degli Stati Uniti d’America. Suo padre, un insegnante precario, aveva accompagnato all’asilo gli altri figli più grandi, poi è tornato a casa ed è andato a dormire, dimenticandosi la neonata in auto.

Tornato in auto dopo alcune ore si è accorto che la bimba era in condizioni disperate, con il corpicino rigido e bollente, quindi ha pensato di portarla in cucina e metterla in frigo per rianimarla o forse per occultare le cause del decesso. Secondo i sanitari sarebbe rimasta in frigo per alcune ore. Ora il signor Thedford è accusato di omicidio colposo: trattenuto in prigione e interrogato a lungo dagli agenti è stato rilasciato, in attesa del processo, dietro il pagamento di una cauzione di 20.000 dollari.