Dani Pedrosa: “Tra Rossi e Marquez meglio Lorenzo”

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa (©Getty Images)

Dani Pedrosa ha collezionato 82 punti in sette gare, quarto in classifica, sempre alla difficile rincorsa dei tre big, con appena due podi stagionali. Il pilota spagnolo della Honda non ha ancora trovato il giusto feeling con le gomme Michelin e dopo il buon finale di stagione 2015 è in affanno per restare al vertice.

Da 16 stagioni in sella alla Honda, 11 in MotoGP, mai un titolo vinto, ma un mese fa ha rinnovato il contratto fino alla fine del 2018, quando forse dirà addio al Motomondiale. In ogni campionato ha però recitato la sua buona parte, collaudando la moto e dando filo da torcere agli avversari. Da quando è arrivato Marc Marquez il team sembra girare intorno al fenomeno di Cervera, così come la moto, e Pedrosa non ha mai nascosto un certo disappunto.

“Dopo tanti anni c’è sempre da imparare… Quest’anno ci sono stati così tanti cambiamenti… I risultati non sono molto buoni. Nonostante l’esperienza, bisogna continuare a imparare e continuare a scegliere quale atteggiamento si deve adeguare ad una certa situazione”, ha confessato al ‘Marca’. Difficile pensare a poter vincere il titolo iridato: “Finora è stato molto difficile ottenere un buon passo e risultati. A poco a poco sto migliorando… So che posso. So di avere le competenze, la squadra e la moto”.

Quando gli viene chiesto chi sia l’esempio da seguire, tra Valentino Rossi e Marc Marquez, lui risponde: “Nessuno dei due. Lorenzo sta mostrando un sacco di forza… sta facendo molto bene… Tra i tre Jorge sta facendo meglio”. Si tratta anche di una questione di feeling tra moto e pilota, un dettaglio su cui Dani Pedrosa dovrà ancora lavorare: “Si deve lavorare tutti i giorni. Si può vincere o si può perdere… La fiducia è qualcosa che va e viene… Questa è più o meno la chiave per essere competitivi in questo sport”. Il resto dovranno farlo i tecnici della HRC: “L’anno scorso abbiamo avuto qualche problema. Abbiamo voluto apportare alcune modifiche, ma non sono state del tutto positive. Ci sono state cose che non sono andate come previsto”.