Yamaha, Lorenzo: “Assen pista agrodolce”. Rossi: “Massima concentrazione”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (©Getty Images)

Il team Movistar Yamaha MotoGP arriva ad Assen colmo di fiducia dopo la vittoria di Valentino Rossi in Catalunya. Nonostante il primato in classifica della Honda la casa di Iwata ha tutti i buoni motivi per guardare alla vittoria in terra olandese e al titolo mondiale.

Jorge Lorenzo dopo la gara sfortunata del Montmelò, dove è stato messo ko da Andrea Iannone, ha voglia di ritornare sulla retta via per riprendersi il primato in classifica e ad Assen ha già vinto quattro volte in passato ed è desideroso di provare alcuni aggiornamenti provati nel test all’indomani del GP di Catalunya. Valentino Rossi, invece, qui ha trionfato già nove volte, l’ultima proprio nella scorsa stagione, al termine di una manovra finale al limite del regolamento e del possibile.

“E’ stato un vero peccato a Barcellona – ha detto Jorge Lorenzo -. Sapevo che sarebbe stata una gara difficile soprattutto dopo la brutta sensazione che le gomme stavano soffrendo dopo cinque o sei giri, ma poi l’incidente ha rovinato tutto. Ora abbiamo bisogno di dimenticare l’accaduto e cercare di combattere di nuovo ad Assen. Correre in Olanda è sempre una sorta di sensazione agrodolce. E’ una pista che amo, ma d’altra parte ho sperimentato sia risultati buoni che cattivi. Il layout è sempre buono per la nostra YZR-M1 e siamo pronti per un nuovo grande risultato. Non vedo l’ora di correre”.

Valentino Rossi ha voglia di ripetersi dopo la grande impresa al Montmelò, un trionfo che gli ha consentito di riportarsi al vertice di classifica e continuare a rincorrere il suo decimo Mondiale in carriera: “Ho usato questa breve pausa per riposare un po’ e ora sono pronto per la prossima gara. Amo Assen, è una delle mie piste preferite, ma questo non significa nulla, perché ogni gara quest’anno è molto aperta e molto incerta – ha confessato il Dottore -. Non ci resta che rimanere concentrati, cercare di lavorare nel miglior modo possibile e vedere cosa succede. A Barcellona abbiamo avuto una buona gara e anche il test è andato bene. Ho molta voglia di tornare in pista e prepararmi per la prossima gara con la mia squadra”.