F1, Fernando Alonso: “Sono alla fine di un sogno”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (© Getty Images)

Fernando Alonso è un leone in gabbia. E’ uno dei piloti più forti della F1, ma non può dimostrarlo ancora. La McLaren Honda non è competitiva e ciò impedisce allo spagnolo di lottare con i primi. Nella sua carriera ha già fatto vedere quanto vale ed è certamente frustrante per lui non potersi esprimere con costanza ad alti livelli.

Dopo cinque anni in Ferrari, in cui ha sfiorato il titolo due volte, ha voluto cambiare. Ha accettato la sfida, ben retribuita, di tornare con il team di Woking con cui si era bruscamente separato a fine 2007. Il progetto Honda lo affascinava, ma il motore si è dimostrato non all’altezza. La power unit giapponese è l’handicap maggiore della monoposto. Non garantisce né velocità e neppure affidabilità. Una scommessa persa, almeno per ora.

 

Fernando Alonso parla della carriera in F1

Fernando Alonso ha rilasciato una lunga e interessante intervista al quotidiano francese L’Equipe in cui ha parlato a 360° della sua carriera. Quando gli viene fatto notare che ha vinto due titoli (2005 e 2006) e ne ha persi tre all’ultima gara (2007, 2010 e 2012) risponde: “Conosco queste statistiche e so che alcuni punti avrebbero cambiato il mio palmares. Ma è andata così e ho imparato a non guardarmi indietro. Non posso cambiare il passato. Sono orgoglioso di ciò che ho fatto. Ho commesso errori, ma ho avuto anche sfortuna”.

Il pilota spagnolo, nonostante alcune occasioni perse, è comunque molto fiero dei risultati ottenuti. Questa la spiegazione: “I due titoli sono più di quanto immaginassi. Provengo da una famiglia. Dopo 15 anni ho vinto due titoli, corso per scuderia prestigiose, creato un buon conto corrente bancario e ho progetti futuri con museo e academy. Non posso lamentarmi”.

Successivamente si è parlato del suo possibile ritiro dalle corse. Fernando Alonso è molto chiaro: “Quando arriva il momento di lasciare la F1 lo senti. Quando non sei abbastanza veloce, non ti diverti abbastanza e quando non riesci a soddisfare le richieste sai che devi lasciare. Tuttavia, quando si guarda piloti come Raikkonen, Button o Massa, sembra come se potessero esserci per sempre. Probabilmente non sarò come loro”.

L’asturiano non si sente lontano dal suo ritiro. Parole eloquenti le sue: “In questo momento sento che mi sto avvicinando alla fine del mio sogno. Quando ero un ragazzino, mio padre ha costruito un kart che aveva ispirato il design McLaren-Honda. Ora sto guidando una McLaren-Honda e ho la sensazione di chiudere il cerchio in modo romantico”.

Al momento Fernando Alonso è concentro sulla Formula1, ma sa che in caso di ritiro gli mancheranno le corse. Più volte è stata menzionata la possibilità di partecipare alla 24 Ore di Le Mans. L’ex pilota Ferrari conferma l’ipotesi: “Sarebbe perfetto perché non c’è bisogno di essere lontano da casa tutto l’anno. Mi attira molto, così come la Indy 500”.