I segreti di Julia Fadlerova: “Valentino mi ha sempre affascinato”

Julia Fadlerova (foto Facebook)
Julia Fadlerova (foto Facebook)

Tutti gli addetti ai lavori e i semplici appassionati che seguono il mondo delle due ruote si saranno almeno una volta imbattuti nella sua figura avvenente, e molti saranno stati catturati dallo sguardo felino. Stiamo parlando Julia Fadlerova, l’affascinante bionda slovacca immancabilmente al fianco dei campioni svizzeri (e non solo).

La bella Hulia, attiva nel management amministrativo del Team Carxpert, è già una veterana nel Motomondiale e nutre una grande passione per le due ruote. Alle spalle ha una lunga esperienza di ragazza immagine e modella, è attualmente impegnata al fianco di Tom Lüthi, Domi Aegerter e Robin Mulhauser, i tre piloti della squadra di Fred Corminbeuf che gareggiando nel Campionato Moto2.

“È già 9 anni che faccio tappa fissa nel paddock del Motomondiale – racconta in un’intervista al Corriere del Ticino – . Ho iniziato nel 2008 con Tom Lüthi e da quel momento ho passato tutte le stagioni in struttura con lui. Dalla passata stagione ci siamo uniti al team di Fred Corminboef, nel quale, scherzando ci siamo definiti ‘swiss-mafia’: devo ammettere che in questo team sono molto contenta”.

Nel 2002, invece, ha fatto il suo primo ingresso nel paddock della MotoGP. “Sono stata anche ‘ombrellina’ di Valentino Rossi nel 2006 – ricorda – , anche se inizialmente, svolgevo il ruolo di ragazza immagine solo sul circuito ceco di Brno, dove sono a casa. Ogni anno non vedevo che la MotoGP facesse tappa al Masaryk”.  Oltre che per il Dottore, è stata ”grid girl” anche per Marco Melandri, Max Biaggi, Makoto Tamada, Troy Bayliss, Chris Vermeulen, Alex De Angelis “e tanti altri piloti ancora, e ovviamente Tom Lüthi”.

Dopo tanti anni, la passione di Fadlerova per le moto, lungi dall’affievolirsi, è più forte e viva che mai. “Ho sempre amato l’adrenalina e la velocità – confida – , nel Motomondiale amo soprattutto come tutte le persone sono disciplinate, come ‘tante api che lavorano per la regina’. Qui tutto ha il suo perché, il suo tempo, ed è organizzato impeccabilmente. Non vi mentirò, mi ha sempre affascinato Valentino Rossi. Ogni volta che sale sul podio, mi siedo vicino ai box per osservare quest’uomo dall’incredibile forza, che con il solo sorriso riesce a ringraziare tutti i suoi fan e appassionati di moto. Lo ammiro”.

Per Fadlerova la MotoGPè “velocità, coraggio, forza, adrenalina, amore, cadute e voglia di rialzarsi, dolore e forza, il superare i propri limiti, la lotta contro il vento, tecnologia e competizione”. Lei, però, non ha mai pensato a una carriera da pilota. In modo “ci sono stata ma non in pista – sottolinea – . Ho molto rispetto per i motociclisti perché ho avuto tanti amici stretti che purtroppo hanno perso la vita in strada. Uno dei miei sogni è salire una volta sulla Ducati MotoGP con Randy Mamola. A casa però non ho nemmeno lo scooter, mi basta la macchina”.