MotoGP, Matteo Flamigni: “Valentino può mostrare il suo vero valore”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Matteo Flamigni lavora dal lontano 2004 al fianco di Valentino Rossi nel ruolo di telemetrista e con lui ha vinto quattro titoli mondiali. C’è da credergli, dunque, quando afferma che il Dottore “è più forte dello scorso anno”. E con il trionfo nel GP di Catalunya lo ha appena dimostrato. Un successo che, spiega il tecnico modenese, lo ripaga almeno in parte della delusione del Mugello. E ravviva la speranza di coronare il sogno iridato.

Flamigni è ormai una figura storica nel box di Valentino, eppure le performance del Pesarese continuano a stupirlo come all’inizio della loro collaborazione. Di lui, spiega il telemetrista ai colleghi di Insella.it, lo colpisce “la sua grande umiltà e la sua grandissima voglia, nonostante tutto, di imparare e continuare a farlo”. “È sempre alla ricerca del miglioramento, non dà mai nulla per scontato”, spiega, e quest’anno si sta dimostrando “Molto molto forte”. “Lo vedo motivato, carico, voglioso di rivincita, di riprendersi ciò che gli è stato tolto l’anno scorso. Noto in lui una grandissima determinazione”, sottolinea l’esperto.

Lavorare con un fuoriclasse del calibro di Valentino è un vantaggio anche per il suo lavoro di telemetrista. “Abbiamo un compito molto importante, molto pesante – spiega Flamigni – . La mia fortuna è che lavorando con Vale non ti fa pesare per niente questa cosa. Rende tutto molto facile, le cose filano lisce. Si incanala tutto nella giusta direzione senza troppe pressioni e senza troppi stress. Un pilota così ti aiuta molto”. Tra loro poi c’è – confida – “un rapporto meraviglioso, ormai ci capiamo guardandoci negli occhi. Sappiamo veramente intenderci”.

Un aiuto viene anche dalle nuove gomme Michelin, che a suo dire “si addicono un po’ di più allo stile di guida di Vale” perché “permettono di fare anche due o tre giri, che è quello che ha sempre fatto… Quest’anno poi non essendoci la super soft, Vale ha maggiori possibilità di mostrare il suo vero valore… è tutto più veritiero e Vale, di conseguenza, torna a essere lì davanti”.

Quanto all’esito del campionato, “fare pronostici è sempre molto difficile” ma “vedo una stagione in cui Vale è sempre molto competitivo, a differenza magari dell’anno scorso, dove in alcune gare siamo stati un po’ in difficoltà. L’anno scorso siamo sempre stati in testa fino alla fine, poi abbiamo perso il mondiale, quest’anno partiamo un po’ più indietro, quindi se ribaltiamo la situazione e… non aggiungo altro!”. “Il mondiale è lungo – conclude Flamigni – , abbiamo visto che ogni gara può essere una sorpresa”.