Nicolò Bulega: “Rossi è il miglior pilota del mondo”

Valentino Rossi e Nicolò Bulega
Valentino Rossi e Nicolò Bulega (©Getty Images)

Nicolò Bulega per alcuni è considerato una sorta di erede di Valentino Rossi. Ovviamente come il pesarese è difficile diventare, però il giovane pilota sembra possedere il talento per diventare un grande del motociclismo e vincere dei titoli. Ha personalità e qualità che lo rendono senza dubbio uno dei migliori prospetti italiani e non solo in ottica futura.

Quest’anno corre con lo Sky Racing Team VR46 in Moto3 e sta ottenendo dei buoni risultati, considerando che è la prima vera stagione nel Motomondiale dopo l’esordio nella gara finale di Valencia nel 2015. Il ragazzo classe 1999 è uno dei talenti della VR46 Rider Academy fondata da Valentino Rossi e come miglior piazzamento ha il secondo posto ottenuto in Spagna a Jerez. Per il resto, tranne in Argentina, ha sempre chiuso nella top 10. Ha 66 punti in classifica, solo 14 in meno rispetto al compagno Romano Fenati.

Nicolò Bulega elogia Valentino Rossi

Valentino Rossi su Nicolò Bulega ha speso parole di elogio nello spiegare il perché lo ha ingaggiato e facendo intendere di puntare molto su di lui per il futuro: “Sappiamo che ha un grandissimo talento. Ma il passo successivo nella Motomondiale è difficile, molto più difficile di quanto ci si aspetta. Lui guida in modo aggressivo, ma non troppo. Riesce a fare qualcosa speciale, ma non esagera. A parte il suo talento, ha il giusto atteggiamento e la forza per vincere”.

Il giovane di Montecchio Emilia sente la responsabilità di non deludere il suo mentore e si sta impegnando molto ottenere i migliori risultati possibili, al fine di essere pronto in ottica 2017 per lottare per il titolo mondiale Moto3 e magari successivamente guadagnarsi una promozione in Moto2.

Queste le recenti dichiarazioni di Nicolò Bulega, riprese da Speedweek, in merito alla sua stagione: “Ero in Qatar non è arrabbiato, ma neanche felice perché ero molto vicino a festeggiare la mia prima vittoria nella prima gara. Alla fine ero invece sesto. Se siete i piloti di testa, si vuole vincere sempre. A Jerez e’ stato un momento molto emozionante, la prima volta sul podio nel Motomondiale. Quello era un sogno per tutta la mia famiglia”.

Infine il talento dello Sky Racing Team VR46 ha parlato di Valentino Rossi e ha raccontato anche degli aneddoti interessanti: “Per me è il miglior pilota del mondo. Sono sempre stato un fan di Rossi. Nel mio primo giorno di scuola, quando ancora non lo conoscevo, io indossavo uno zaino con il suo design. Poi l’ho incontrato nel 2009 al Mugello. Successivamente sono stato finalmente in grado di ottenere una foto con lui. Poi non l’ho visto fino al 2013, quando suo padre Graziano ci ha presentati. Dopo di che ho fatto parte dell’Accademia. “