Casey Stoner: “Lorenzo il più forte e coerente della MotoGP”

Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Casey Stoner ha lasciato la MotoGP e in generale il motociclismo alla fine del 2012 per il troppo stress e per il fatto di non gradire più l’ambiente. Non ha voluto proseguire la propria carriera nel Motomondiale nonostante fosse uno dei top rider, ha preferito ritirarsi e dedicare maggiore tempo alla famiglia e ad altre sue passioni.

Sicuramente sarebbe stato bello vedere l’australiano ancora in pista contro avversari come Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Non è detto che ciò non possa avvenire se in uno o due GP farà da wild-card. In questo 2016 è tornato in Ducati, anche se solo come collaudatore, e certamente la scuderia di Borgo Panigale proverà a convincerlo a tornare a correre almeno per una gara.

 

Le ultime dichiarazioni di Casey Stoner

Casey Stoner ha rilasciato un’intervista a Speedweek ed ha affrontato diversi argomenti molto interessanti. Uno di questi è senza dubbio il suo ritorno in Ducati. Una scelta sulla quale si è così espresso nel motivarla: “Nel corso del 2015 ho pensato che le cose non funzionavano più con la Honda perché ho avuto l’impressione che non usassero i miei dati e i miei test. So qual è il mio valore come collaudatore, perché ho molto da offrire agli ingegneri nello sviluppo. Ho costruito un nuovo rapporto con la Ducati, ho molta voglia di aiutarli a tornare al top del Campionato del Mondo MotoGP”.

Quando gli viene chiesto quale pilota dell’attuale Mondiale della classe regina rispetta di più, menziona Jorge Lorenzo: “Ho corso contro Jorge. Negli ultimi anni, ha dimostrato che lui è il pilota più forte e coerente di gran lunga. Se non vince il titolo, è comunque il primo sfidante del vincitore. La sua vittoria nel 2015 era molto impressionante. Dopo tre gare, non aveva ancora raggiunto un podio, ma è tornato e ha vinto il titolo. E ‘stato fantastico”.

Infine a Casey Stoner è stato pure domandato chi fosse il favorito per la vittoria del titolo 2016 e anche in questo caso ha citato lo spagnolo della Yamaha e futuro pilota Ducati: “Jorge è il favorito, perché difende il titolo, ma Marc Marquez ha vinto due anni prima (2013 e 2014) e Rossi è tornato. Inoltre, Dani è sempre un’incognita”.