MotoGP, Livio Suppo: “Vinales troppo aggressivo, non va bene”

Livio Suppo
Livio Suppo (©Getty Images)

All’indomani del GP di Catalunya Livio Suppo analizza lo stato di salute della Honda, critica l’atteggiamento troppo aggressivo di Maverick Vinales e celebra la rinnovata concordia tra Valentino Rossi e Marc Marquez.

Sul podio del Montmelò i due piloti ufficiali sono saliti entrambi sul podio, pur dovendo cedere il gradino più alto al campione di Tavullia. Dopo il GP di Argentina Pedrosa e Marquez si sono ritrovati entrambi sul podio per la seconda volta da inizio campionato, ma a quanto pare regna un certo malumore tra i due spagnoli circa lo sviluppo e i difetti della RC213V.

“E’ positivoper la squadra avere due piloti sul podio e il fatto che Marc sta guidando di nuovo la classifica generale”, ha dichiarato il direttore sportivo HRC Livio Suppo dopo il GP di Barcellona. “Per essere onesti, non ci sono stati punti negativi, perché entrambi i piloti hanno fatto un ottimo lavoro”. Il tecnico della Honda preferisce guardare il bicchiere mezzo pieno e pensare di aver sfiorato la vittoria: “Abbiamo visto che Marc può attaccare fino alla fine, ha anche quasi finito 1°. Siamo lieti che ci ha provato, ma ha mostrato maturità e si è assicurato 20 punti importanti per la classifica generale”.

Nella prima metà di gara abbiamo assistito anche ad un bel duello tra Vinale e Pedrosa, ” anche se alcuni attacchi di Maverick francamente erano un po’ troppo aggressivi – ha aggiunto Livio Suppo -. Questo non va bene per mantenere il ritmo e restare sintonizzati ai leader”. Ma a fare da degna cornice ad un week-end tragicamente segnato dalla morte di Luis Salom ci hanno pensato Marc e Valentino con la loro stretta di mano nel parco chiuso e la ritrovata serenità dimostrata al momento della premiazione sul podio. “Siamo stati molto felici che Vale e si Marc si siano stretti la mano. Sono due grandi campioni, noi amiamo questo sport – ha concluso Suppo -, quindi è importante vedere che rispettino l’un l’altro”.