F1, Fernando Alonso: “Giusto lasciare Ferrari per McLaren”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (©Getty Images)

Fernando Alonso e la McLaren sono migliorati quest’anno rispetto al disastroso 2015. Lo spagnolo nelle ultime tre gare ha ottenuto un sesto posto in Russia, un quindo a Monaco e in mezzo c’è un ritiro sfortunato a Barcellona per un problema alla monoposto mentre si trovava in zona punti. Dei progressi ci sono stati, anche se ancora non sufficienti per lottare nei pressi della zona podio. Inoltre si tratta di risultati anche condizionati da particolari situazioni verificatesi in gara, dunque servono conferme per verificare il reale stato di competitività della scuderia di Woking.

In questo week-end il campionato di Formula1 2016 fa tappa in Canada sulla pista di Montreal per la settima gara dell’anno e vedremo se il team inglese sarà capace di raccogliere punti iridati importanti.

 

Fernando Alonso parla di Ferrari e futuro

Intanto Fernando Alonso ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti ai microfoni di Sport Bild ed ha ribadito di non essere affatto pentito di aver lasciato la Ferrari per approdare in McLaren, nonostante i risultati sicuramente più negativi rispetto a quando indossava la tuta rossa di Maranello: “E ‘stato giusto il cambiamento di squadra, perché può essere doloroso arrivare per il sesto e settimo anno consecutivo dietro Red Bull o Mercedes. E ho voluto mantenere un buon ricordo della Ferrari, non uno doloroso”.

L’asturiano cercava nuove motivazioni e, pur consapevole delle difficoltà a cui sarebbe andato incontro sposando il progetto McLaren-Honda, ha deciso di abbandonare il Cavallino Rampante. Però per un pilota competitivo come lui non è facile dover lottare lontano dalle posizioni di vertice con la sua attuale scuderia e c’è chi si chiede se, alla luce della scadenza contrattuale fissata per fine 2017, ci sia la possibilità di un ritiro dalla Formula1.

Il 34enne di Oviedo si è così espresso in merito a quest’ultimo punto: “Al momento mi diverto ancora a correre – si legge su Sport Bild -. E’ la mia vita e tutto quello che so fare bene. Se l’anno prossimo non mi piaceranno le monoposto di F1, cambierò categoria. Uno dei miei obiettivi è quello di vincere la 24 Ore di Le Mans “