Sebastian Vettel: “Fantastico correre a Montreal, frenate importanti”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Per Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e tutti in Ferrari sperando di riscattarsi nel Gran Premio del Canada che scatta a Montreal nel week-end, dopo l’ultima deludente gara nel Principato di Monaco che si è conclusa con un quarto posto del tedesco e un ritiro del finlandese.

La stagione del Cavallino Rampante non ha ancora preso la piega sperata e il numero delle vittorie nel campionato F1 2016 è fermo a zero. Perfino la Red Bull ora preoccupa, dopo la vittoria a Barcellona e quella sfumata a Monaco (Daniel Ricciardo secondo solo per colpa di un errore al pit-stop, sennò avrebbe vinto). La scuderia di Maranello era partita con grandi ambizioni, in primis quella di lottare costantemente con la Mercedes per vincere e invece le cose non stanno andando come erano state progettate, soprattutto dal presidente Sergio Marchionne.

Ferrari, parlano Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen

Sebastian Vettel ha parlato al sito ufficiale della Ferrari del prossimo Gran Premio del Canada a Montreal. Queste le sue parole: “E’ una città molto bella e credo sia fantastico correre in Canada. E’ una gara che piace a tutti i piloti e agli appassionati di Formula 1. E’ un bel circuito anche se non nel senso tradizionale del termine, in quanto semi permanente. E’ uno di quelli vecchio stile, anche se i muri sono vicini, ci sono brusche frenate e le chicane obbligano a repentini cambi di direzione. Qui è incredibilmente importante calcolare il punto di frenata. Per un pilota è una prova molto dura, ma lo è anche per la macchina, per i freni e per le gomme, perché in frenata si decelera molto, per poi accelerare di nuovo. Quindi è davvero importante avere anche una buona trazione”.

Kimi Raikkonen, nonostante la situazione non sia delle migliori, cerca di non drammatizzare: “E’ vero che non siamo felici dei risultati, siamo ancora lontani dall’essere soddisfatti – riporta Speedweek -. Ho sentito gente dire che non andiamo bene come un anno fa. Però non è corretto prendere solo le vittorie come riferimento. La macchina adesso va molto meglio, ma il fatto è che anche le altre scuderie sono migliorate. Vogliamo tornare al top e lavoriamo per migliorare, ma non è semplice”.

Intanto Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari, ha fatto una promessa in vista del Canada: “A Montreal vedremo una Ferrari diversa, avremo interessanti step perché lavoriamo per migliorare gara dopo gara”. Vedremo se sarà così effettivamente.