MotoGP, Andrea Iannone: “Penalità eccessiva, farò più attenzione”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Alla vigilia del GP di Catalunya si prevedeva un week-end difficile per la Ducati e così è stato. Ma l’errore di Andrea Iannone è stata l’amara ciliegina sulla torta che ha costretto Jorge Lorenzo a rientrare ai box anzitempo. Dopo qualche scintilla a bordo pista e uno scontro verbale a distanza i due piloti sembrano aver chiarito la vicenda.

Per la seconda volta in questa stagione il pilota di Vasto ha falciato un avversario: prima in Argentina, dove a pochi metri dal traguardo ha atterrato Andrea Dovizioso in un tentativo di sorpasso, poi in Catalunya, tamponando Jorge Lorenzo mentre era in lotta per il podio. Due errori madornali per un professionista del suo calibro, ma stavolta è stato penalizzato con la retrocessione in ultima fila nel prossimo GP di Assen.

Subito dopo il GP di Catalogna il maiorchino della Yamaha era su tutte le furie nei confronti dell’avversario (di cui prenderà il posto nel 2017…): “La cosa che mi dà più fastidio è che Andrea non è nemmeno venuto a chiedermi scusa, la cosa mi fa arrabbiare… Non ha avuto il coraggio o la coscienza di dire che aveva sbagliato e chiedermi scusa ed era il minimo che poteva fare”. Infatti subito dopo l’incidente Iannone sembra avesse chiesto il motivo della sua brusca frenata senza chiedere scusa.

Ma a distanza di alcune ore la polemica tra i due piloti della classe regina sembra rientrata, con l’atleta di Vasto che si è recato dal campione in carica per porgere le dovute scuse: “Ho apprezzato molto il gesto, gli fa onore – ha detto Lorenzo -. Credo sia disposto a imparare e abbastanza intelligente per migliorare”. E come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ Andrea racconta: “Gli ho chiesto scusa per come è andata, si è creata una situazione difficile. Però ripeto che non mi aspettavo che fosse così lento in frenata. Per quello subito dopo l’incidente gli ho chiesto se aveva avuto un problema, viaggiare a 40-50 km in meno non era normale”.

Ma secondo Andrea Iannone la penalità inflittagli dalla Direzione di Gara è esagerata: “Ad Assen partirò ultimo e accetto la penalità, anche se per qualcuno è troppo blanda mentre per me è eccessiva. Ma siccome non sono uno stupido, in futuro farò più attenzione”.