Yamaha: telaio e forcellone nuovi per Valentino Rossi

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo la vittoria al Montmelò Valentino Rossi è tornato in pista per una giornata di prove e martedì terrà un’altra sessione di test privati insieme a Jorge Lorenzo. Il Dottore ha testato un telaio e un forcellone inediti per la Yamaha YZR-M1 e nuovi pneumatici Michelin concludendo all’11° posto.

Gli aggiornamenti più importanti saranno portati in pista nella giornata di martedì e potrebbero esordire ad Assen, nel GP in programma fra tre settimane. “Con le gomme ho avuto un buon feeling, soprattutto per la parte posteriore dove Michelin ha portato pneumatici con migliori prestazioni – ha spiegato Valentino Rossi -. Abbiamo anche testato una gomma anteriore, ma sono più soddisfatto dei pneumatici posteriori. Alla fine abbiamo testato anche un nuovo telaio. La mia prima impressione è stata buona, mi sono sentito a mio agio. Ma ho guidato una sola uscita con questo. Martedì avrò più tempo per testare il telaio”.

Potrebbe essere una giornata di test molto importante per i piloti del team Movistar Yamaha che avranno modo di provare sia il telaio che il forcellone: “Martedì sarà interessante, perché dobbiamo testare le cose importanti, come ad esempio il telaio e il forcellone. Normalmente, l’obiettivo è quello di essere in grado di guidare le curve in maniera più veloce”, ma c’è la possibilità che non porti grandi vantaggi. Viceversa saranno utilizzati già nella prossima gara in Olanda.

Discorso diverso per le nuove gomme Michelin su cui regna ancora incertezza circa la distanza di gara, ma le prime impressioni sono positive per la gomma posteriore, un po’ meno per quella anteriore: “Non lo sappiamo e neppure Michelin lo sa. Tuttavia è qualcosa su cui stanno lavorando a lungo termine. Essi non porteranno questi pneumatici già ad Assen o al Sachsenring, ma nella seconda metà della stagione, penso – ha concluso Valentino Rossi -. Utilizzando i dati raccolti qui Michelin saprà ora valutare se le gomme saranno adatte per la distanza di gara”.