Antonio Conte sogna una Nazionale “veloce come Valentino Rossi”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

L’ennesimo trionfo di Valentino Rossi, autore ieri di una spettacolare vittoria nel GP di Catalunya, travalica i confini della classe regina e assurge a esempio da seguire (anche) per la Nazionale di Calcio. Così almeno la pensa il C.t. Antonio Conte, che a poche ore da Italia-Finlandia, ultima amichevole prima dell’Europeo, traccia il percorso degli Azzurri e indica benchmark di livello assoluto per la sua squadra.

“Mi piacerebbe che la mia Nazionale fosse veloce come Valentino Rossi“, dice Conte in un’intervista esclusiva a Bruno Gentili per Raisport. “Fare come Valentino, che è partito senza clamore e ora lotta per il titolo? Sì, mi piacerebbe che seguissimo il suo esempio- spiega – , ma stiamo parlando di un top assoluto dello sport. Non è importante come si parte, ma come si arriva. Anche nel nostro gioco conta molto la velocità, è il propulsore di tutto”.

Ora si tratta di applicare la strategia del Dottore alla tecnica calcistica. “Rispetto all’amichevole contro la Scozia dovremo essere più rapidi nella circolazione di palla e bravi a trovare le imbucate giuste – osserva Conte – . Voglio un’Italia aggressiva, più sei aggressivo e più l’avversaria è schiacciata e non può ripartire”.

Il c.t. non manca poi di ricordare Muhammad Ali, “un campione immenso, che ha fatto più male con il suo volteggiare, con il suo vorticoso gioco di gambe, che con i pugni”, prima di tornare alla sua Nazionale e alle scelte in attacco, che non sono ancora definitive: “Zaza e Pellè possono convivere perché hanno caratteristiche diverse, e poi per me non ci sono prime o seconde punte. Zaza è uno che attacca lo spazio, sarebbe perfetto in un 4-3-3, ma anche a Pellè chiedo sempre di aggredire la profondità”.

“Manca una settimana all’Europeo – conclude – , sento un tormento nello stomaco, l’emozione e la tensione crescono ma sono vibrazioni positive, tutto questo è salutare”. C’è da scommettere che Valentino Rossi stia provando le stesse sensazioni.