MotoGP, Andrea Iannone punito: parte ultimo ad Assen

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone è stato protagonista in negativo del Gran Premio di Catalunya sul circuito di Montmelò visto che ha preso in pieno Jorge Lorenzo provocando la caduta e il ritiro di entrambi. Ennesima errore per l’abruzzese, che ha avuto troppa foga nel voler superare lo spagnolo e lo ha centrato.

La Direzione Gara ha deciso di punire il comportamento del pilota Ducati facendolo partire dall’ultima posizione della griglia nel prossimo Gran Premio d’Olanda sulla storica pista di Assen. Era recidivo, se consideriamo che lo stesso sbaglio lo fece anche in Argentina stendendo però il compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Davide Tardozzi, team manager della scuderia di Borgo Panigale, ha dichiarato quanto segue a Sky Sport: “Partirà ultimo ad Assen, ma non gli sono stati tolti punti dalla patente. Visto che ha commesso la stessa infrazione effettuata in Argentina, dov’era stato retrocesso di una fila in griglia, questa volta partirà ultimo. Se dovesse rifarlo una terza volta partirebbe dai box, in caso di quarta volta, invece, verrebbe escluso da una gara. Si è trattato di un errore di valutazione. Lorenzo aveva un problema ed era lento, Andrea gli ha guadagnato sei o sette decimi, ha frenato all’ultimo e lo ha colpito involontariamente“.

Andrea Iannone non ha certo voluto tamponare con volontarietà Jorge Lorenzo, però il grave errore rimane e non è il primo. Il pilota di Vasto ha un grande potenziale, sia a livello personale che di moto, però a volte l’eccessiva foga finisce per indurlo allo sbaglio e pertanto raccoglie molto meno di quello che potrebbe. Oggi bastava un po’ di pazienza in più e avrebbe superato senza problemi lo spagnolo, molto più lento di lui. Un campionato MotoGP 2016 che fa registrare il quarto ritiro per il futuro rider della Suzuki. Ci sono stati anche due terzi posti, segnale che la possibilità di fare bene c’è ma serve cambiare mentalità.