Esclusivo Fabio Barone: “Con la Ferrari 458 per un nuovo record”

Fabio Barone
Fabio Barone (image by Facebook)

Fabio Barone è pronto ad una nuova emozionante sfida dopo quella che lo ha visto protagonista nei Carpazi lo scorso anno scrivendo il suo nome sul Guinness World Record percorrendo in 9 minuti e 13 secondi un percorso di 13 km sulla Transfagarasan. Questa volta l’impresa del Presidente del Ferrari Club Passione Rossa sarà in Cina, sulla Tianmen Mountain Road, e partirà il prossimo 17 settembre. Non sarà di certo una passeggiata, basti pensare che la strada, situata nella regione dello Hunan nell’entroterra della Cina, è stata definita la più pericolosa del mondo.

Tuttomotoriweb.com ha intervistato in esclusiva il pilota romano, facendo il punto sull’impresa alla quale è chiamato: “La differenza rispetto l’anno scorso è che siamo onorati di correre per conto dell’Italia avendo ricevuto l’approvazione da parte del consolato e della Farnesina. Correre con la scritta Italia sulla tuta ci fa pensare di essere la nazionale italiana e ci tengo a sottolineare che questa per me è la cosa più importante”.

Barone ha poi proseguito entrando nei dettagli di quella che sarà la sua corsa: “Si tratta di un percorso con 99 curve, nel posto in cui è stato girato il famoso film Avatar. Il numero 99 non è casuale, in Cina ricorre sempre il numero 9 perché per loro è fortunato. Ci troveremo ad un’altezza di 1800 metri senza alcuna protezione, basti pensare che non ci sono guard rail, ma solamente dei muretti alti 20 centimetri che delimitano la carreggiata dal burrone. Per quanto riguarda il record abbiamo un riferimento cronometrico che è quello della RedBull che lo scorso anno ha percorso la strada in 14 minuti circa, tenteremo di batterlo anche se il loro non si tratta di un record ufficiale perché non c’erano giudici presenti”.

Barone ha chiuso poi spiegando la scelta della vettura: “Abbiamo optato per la Ferrari 458 perché la conosciamo meglio rispetto alla 488. Abbiamo cercato di alleggerire qualcosa in più. Utilizzeremo cerchi OZ Racing in magnesio e per quanto riguarda la tuta posso dire che si tratta di un modello unico al mondo con tessuti nuovi che pesa un terzo in meno rispetto a quelle di Formula 1”.