Casey Stoner prova la 1200 Enduro: “Una moto davvero speciale”

photo da video
photo da video

Casey Stoner ha provato la nuova Ducati Multistrada 1200 Enduro, la maxi della casa di Borgo Panigale, di ritorno dal Gran Premio del Mugello: “Mi è piaciuta moltissimo… è una moto davvero speciale”.

L’australiano ha testato la due ruote sulle colline circostanti Bologna a pochi giorni di distanza dalla gara del Mugello, rilasciando un parere più che soddisfacente: “Mi è piaciuta moltissimo – ha dichiarato Casey Stoner -. La posizione di guida è quasi migliore di quella delle off-road e a starci in sella non ti stanchi: sugli sterrati pieni di buche o anche su vere pietraie questa moto è incredibilmente stabile. Il peso aiuta a renderla stabile, come capita con tutte le moto di questa stazza, ma a differenza delle altre, la Multistrada 1200 Enduro sembra sempre un giocattolo: risponde facilmente e con precisione a ogni cambio di traiettoria. Sembra grande a guardarla, ma alla guida la sensazione non è così. È una moto davvero speciale, non ha limiti: ti puoi divertire su strada o sterrato, puoi trasportare tanti bagagli nei lunghi viaggi ed è la migliore soluzione per molte situazioni. Sono rimasto davvero impressionato”.

Dati tecnici della Multistrada 1200 Enduro

La Ducati Multistrada ha un design elegante e sportivo pensato in chiave all terrain. Il frontale è stato progettato per integrare il nuovo serbatoio da 30 litri. Il muso anteriore è stato allungato per riparare meglio il pilota dal fango così come è stato disegnato un nuovo parafango anteriore. Le forme muscolose ma leggere dell’anteriore ben si sposano con la leggerezza del codino, disegnato per agevolare la guida in piedi.

Il motore della Multistrada 1200 Enduro è il già noto e apprezzato Ducati Testastretta DVT (Desmodromic Variable Timing) da 160 cavalli omologato EURO 4. La dotazione tecnologica di serie della Multistrada 1200 Enduro è frutto dell’interpretazione che Ducati dà al concetto di sicurezza e dell’obiettivo di rendere questa moto adatta anche alle condizioni d’impiego più difficili. Ogni singolo componente è stato pensato in questa doppia ottica, e ogni scelta tecnica riflette quindi la massima attenzione alle esigenze del pilota, dalla sicurezza al comfort.