Mercedes, Hamilton: “Macchina super”. Rosberg: “Deluso”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

In casa Mercedes umori decisamente diversi all’interno del box dopo il Gran Premio di Monaco di F1. Da una parte c’è un Lewis Hamilton al settimo cielo per la vittoria nella gara, la prima in questo campionato 2016. Dall’altra un Nico Rosberg decisamente deluso per aver chiuso solamente al settimo posto, nonostante fosse il trionfatore delle ultime edizioni della corsa.

Il campione del mondo in carica si porta così a 24 punti di distanza dal compagno nella classifica generale e può guardare con maggiore ottimismo ai prossimi gran premi. Questo successo può cambiare la sua stagione e mettere maggiori pressioni e preoccupazioni al figlio d’arte.

Il pilota inglese ha fatto una grande prestazione, anche se va detto che sicuramente l’errore del box Red Bull in occasione del pit-stop di Daniel Ricciardo lo ha favorito.

GP Monaco, Mercedes: parlano Hamilton e Rosberg

Lewis Hamilton decisamente entusiasta nell’intervista concessa subito dopo la celebrazione sul podio: “Grazie a dio è andata come speravo. Voglio ringraziare tutti i fan che sono venuti e soprattutto il team, che mi ha dato una macchina fantastica che mi ha consentito di vincere. Ho pregato per una giornata come questa e finalmente è arrivata, quindi sono veramente contento. Per fortuna le gomme ultrasoft hanno tenuto, anche se all’ultimo giro ho sentito che stavano crollando”.

L’ex pilota McLaren non manca di complimentarsi con Daniel Ricciardo, oggi sfortunato ma che comunque è stato grande protagonista della gara disputata nel Principato di Monaco: “Congratulazioni a lui, ha guidato in modo fenomenale per tutto il week-end. E’ uno dei piloti contro i quali ho lottato di più. Sono stato messo sotto pressione per tutta la gara. Ha fatto un ottimo lavoro e mi aspetto altre battaglie con lui. Non penso che sia felice visto che partire in pole e arrivare secondo non è bello”.

Nico Rosberg visibilmente amareggiato quando si è presentato ai microfoni dei giornalisti per commentare la sua gara: “Ero sconcertato dalla mancanza di ritmo inizialmente. Non c’era feeling con le gomme e abbiamo anche avuto dei problemi con i pit-stop, perché sono finito in mezzo al traffico e ho perso tempo. Quando sei dietro altre auto a Monaco è dura”. Al sedicesimo giro Lewis Hamilton lo ha passato ed è stato evidente che il tedesco si sia spostato appositamente per favorire il compagno, decisamente più veloce: “E’ stato semplice – spiega – dato che io come ritmo ero lontano. Lui aveva ancora la chance di vincere e infatti ha vinto poi. E’ stato ovvio da parte del team dare la possibilità a un proprio pilota di vincere, anche se per me è stato doloroso. Sono deluso oggi, volevo vincere la mia gara di casa (abita a Monaco, ndr)”.