Jeep Renegade e Land Rover nel parco auto della Polizia

foto dal web
foto dal web

Due nuove auto per la Polizia di Stato: sono le Jeep Renegade e Land Rover Discovery Sport, e hanno fatto bella mostra di sé alle celebrazioni per il 164° anniversario della sua fondazione. Guadagnandosi l’apprezzamento anche del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del nuovo Capo della Polizia Franco Gabrielli, che ieri mattina hanno partecipato alla cerimonia.

Le due nuove “pantere” sono state presentate ufficialmente nella cornice della Caserma Ferdinando di Savoia, sede storica di una fra le prime scuole di Polizia scientifica italiana e per tanti anni struttura centrale dell’arruolamento in Polizia. Le Jeep Renegade e Land Rover Discovery Sport si affiancano a modelli già operativi (la Lancia Delta, per esempio) e ad altri recentemente aggiornati, come la berlina Alfa Romeo Giulietta, che recepisce tra l’altro le novità all’estetica già introdotte per la versione di serie. La Jeep Renegade, per la cronaca, è stata scelta anche dai Carabinieri per le sue doti di affidabilità e versatilità.

Vale la pena di ricordare che la punta di diamante nel parco auto della Polizia stradale è la Lamborghini Huracan: il modello, tra i più apprezzati dai lettori di Tuttomotoriweb, è stato messo a disposizione dal celebre costruttore per le operazioni di trasporto organi per trapianti e dotata per questo motivo di un equipaggiamento ad hoc: nell’abitacolo si trovano infatti un frigo speciale, un kit di soccorso e un defibrillatore, oltre agli strumenti necessari per le normali attività di prevenzione e controllo. Fra questi c’è, per esempio, il sistema Pro Vida 2000, composto da una telecamera, un modulo di controllo e un monitor che consentono di rivelare la velocità del veicolo in movimento, registrare il superamento dei limiti e “leggere” le targhe per rilevare eventuali violazioni. Il tutto in tempo reale, grazie al collegamento telematico con la banca dati delle forze di Polizia.