Andrea Iannone: “Spiace lasciare Ducati. Dovizioso? Nessun problema”

Andrea Iannone Andrea Dovizioso
Andrea Iannone e Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Iannone sta vivendo la sua ultima stagione in Ducati, poi dal 2017 salterà in sella alla Suzuki e proverà a dimostrare ancora il suo valore migliorando in quelli aspetti nei quali è ancora carente per essere considerato un top rider.

Davanti, però, ci sono ancora tante gare di questo campionato MotoGP 2016 e il suo obiettivo e di fare il meglio possibile. L’inizio di stagione non è stato facile e difatti nei primi due gran premi si è ritirato a causa di due sciocche scivolate. Poi è riuscito a classificarsi terzo ad Austin, settimo a Jerez, è caduto a Le Mans e infine è arrivato terzo nell’ultima corsa al Mugello. Alti e bassi per lui, che adesso cerca un po’ di continuità anche per rimanere davanti al compagno Andrea Dovizioso in classifica.

 

Ducati, le spiegazioni di Andrea Iannone

Nella giornata di oggi Andrea Iannone è stato interpellato da Sky Sport e il primo tema affrontato ha riguardato i problemi della Ducati che in questo momento non gli stanno consentendo di poter lottare per vincere: “Quest’anno cambierei sicuramente tutte le mie partenze dalla prima gara all’ultima, perché sono sempre partito malissimo e ancora non riesco a capire bene il motivo, perché di solito è sempre stato il mio punto di forza. Soprattutto in passato quando partivo dietro, adesso che parto davanti mi ritrovo sempre indietro. Quindi dobbiamo capire e lavorare per migliorare questo aspetto della moto, anche perché sono l’unico ad avere questo problema in Ducati”.

Quando gli viene chiesto quanta voglia c’è di vincere in Ducati prima dell’addio, il pilota di Vasto risponde: “Tanta, perché in Ducati sono stato quattro anni. Tutti intensi, positivi, belli e c’è dispiacere, però abbiamo scelto strade diverse e vedremo in futuro come andrà”. Il prossimo gran premio di MotoGP è a Barcellona e l’abruzzese cerca di essere ottimista: “Abbiamo faticato molto lì in questi anni, non è una pista che si adatta bene alla nostra moto, però quest’anno sono cambiate tante cose e quindi vedremo. Speriamo sia un week-end positivo”.

Di recente Andrea Iannone è stato molto criticato per una foto apparsa su Instagram che lo vedeva in compagnia di amici mimare il gesto del dolore al collo patito da Andrea Dovizioso nel corso dell’ultimo week-end. Una provocazione, secondo molti, che ha causato tanti commenti negativi da parte dei tifosi ducatisti e la successiva cancellazione dell’immagine. Lui spiega così l’accaduto: “Al Mugello come sempre ci sono tanti miei amici, eravamo nel mio motorhome a festeggiare un po’ e fare due risate. Io per giocare ho dato uno schiaffone al mio amico e lui ha detto ‘Ahia mi hai fatto male al collo’ e quindi abbiamo fatto la foto. Guarda caso Dovizioso ha avuto problemi al collo e mi dispiace che la gente abbia frainteso. Però non sono mai stato il tipo di pilota che gioca su queste cose. Io non ho problemi, so benissimo com’è andata, poi ciascuno può pensarla come vuole”.