MotoGP, Lin Jarvis: “Lorenzo ha accelerato il mercato”

Lin Jarvis
Lin Jarvis (©getty images)

Le notizie di mercato piloti hanno quasi preso il sopravvento in questo avvio di stagione, tanto da far pensare di voler concentrare, in futuro, gli eventuali trasferimenti nei soli mesi estivi. Un’idea che troverebbe il consenso di Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Motor Racing.

Dopo appena cinque gare i giochi di mercato si sono quasi conclusi, almeno per i team ufficiali Ducati, Yamaha e Honda. Ad aprire le danze il rinnovo di contratto di Valentino Rossi alla vigilia del GP del Qatar, una mossa affrettata che probabilmente ha convinto Jorge Lorenzo a trasferirsi in Ducati a partire dal 2017. La Yamaha ha dato il via ad una serie di conseguenze a catena, con i vertici di Iwata che si sono subito avventati sul talentuoso Maverick Vinales che, prima del Mugello, ha annunciato l’addio alla Suzuki. Nella stessa giornata la casa di Borgo Panigale ha ‘licenziato’ Andrea Iannone preferendo Andrea Dovizioso al fianco del campione spagnolo.

L’analisi di mercato del boss Yamaha

L’idea di concentrare il mercato nei soli mesi estivi è un’opportunità che potrebbe essere messa al vaglio, ma “non ne abbiamo mai discusso nella MSMA (Associazione Costruttori Sport Motociclistici)”, ha spiegato Lin Jarvis a Speedweek.com. “Forse bisogna trovare un arco di tempo per le modifiche dei driver, esistono certi periodi di trasferimento nel mondo del calcio. Non ho mai studiato nei dettagli, ma credo che nel calcio ci sono due periodi in cui i giocatori sono autorizzati a cambiare club. Sono certamente aperto a pensare a tale finestra di trasferimento, se anche un altro produttore suggerisce questo. Ma allo stesso tempo dobbiamo sfruttare la prassi di mercato, a patto che non esistano restrizioni”.

Il perno principale del mercato piloti è stato Jorge Lorenzo con la sua decisione di voler cambiare aria, altrimenti sarebbe rimasto tutto fermo e immobile, come avvenuto in casa Repsol Honda, con Dani Pedrosa che ha già rinnovato il contratto e Marc Marquez farà lo stesso a breve. “L’unica ragione per cui tutto è avvenuto così presto quest’anno è stato il desiderio di Jorge di avere un nuovo contratto sul tavolo prima del GP del Qatar”, ha spiegato Lin Jarvis.

Una mossa che ha costretto a muoversi rapidamente sul mercato: “Di conseguenza, tutto è stato accelerato. Successivamente la notizia ha avuto un effetto domino. Dopo che Jorge ha deciso di cambiare è arrivato un posto vacante e abbiamo dovuto riempire questo spazio per il 2017 e ci siamo dovuti muovere rapidamente. Direi che questo non è l’ideale, preferirei vedere in questo momento della stagione lo sport e la corsa in primo piano. Siamo in una stagione estremamente eccitante e interessante”.