MotoGP, Andrea Dovizioso: “Jorge Lorenzo può imparare da me”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Ancora qualche mese e Andrea Iannone lascerà il team Ducati per far posto a Jorge Lorenzo. L’attuale campione del mondo in carica, vincitore ieri del GP del Mugello, affiancherà infatti dal 2017 l’altro ducatista Andrea Dovizioso. Il forlivese non sembra però intimorito all’idea di ritrovarsi come “rivale in casa” un pilota così forte. “Sono molto felice – dice – , anche perché potrò competere sulla stessa macchina contro di lui”. E aggiunge: “E’ molto positivo che la scelta sia stata fatta prima della gara al Mugello”.

C’è da dire che “Dovi” ha dato negli ultimi anni un significativo contributo allo sviluppo della Desmosedici. Di qui anche la scelta di tenere lui e “mollare” il team mate di Vasto, nell’obiettivo di imporre il brand Ducati ai vertici della classe regina. Fatto sta che il Nostro è ben felice di cominciare una nuova avventura con il maiorchino. “Sono davvero contento che Lorenzo sarà il mio compagno di squadra. Per me i prossimi due anni saranno molto importanti “, dice il 30enne Dovizioso a Speedweek.com. “Per la Ducati sarà ancora più importante – aggiunge – . E per Jorge sarà fondamentale per ottenere buoni risultati con la Ducati. Sono molto felice, anche all’idea di competere sulla stessa macchina contro di lui, poiché è già stato mio avversario ai tempi del Campionato europeo. Alla stessa età, competere con la stessa macchina e nella stessa squadra l’uno contro l’altro, è per me molto importante”.

Il maiorchino può imparare qualcosa anche da lui? “Sì, in un primo momento si può certamente imparare da me, perché ho quattro anni di esperienza con la Ducati – risponde senza falsa modestia Dovizioso – . Ma lui ha già vinto molti titoli. E sa cosa fare”. “Sarà un grande cambiamento per lui, perché finora ha guidato solo per Yamaha. Si tratta di un mondo completamente diverso da quello della Ducati. I tifosi fanno un’enorme differenza”, conclude.