Mugello, Valentino Rossi: “Ero veloce, potevo battere Lorenzo”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Era il protagonista più atteso del Gran Premio d’Italia al Mugello, ma Valentino Rossi è stato costretto al ritiro mentre lottava per la vittoria con Jorge Lorenzo. Dal motore della sua Yamaha è inaspettatamente uscita una brutta fumata bianca, segnalare di rottura.

Veramente sfortunato il pilota di Tavullia, che dopo otto anni tornava in pole position sul circuito italiano e poteva veramente pensare tornare anche al successo di fronte al suo pubblico. Invece è stata tanta la delusione e l’impotenza di fronte a quanto avvenuto.

Ha trionfato Jorge Lorenzo in volata su Marc Marquez e ora proprio i suoi due più acerrimi rivali hanno allungato nella classifica MotoGP. Il Dottore è fermo in terza posizione a 78 punti, mentre il compagno è in testa con 115, seguito dal pilota Honda con 105.

Valentino Rossi deluso al Mugello

Un Valentino Rossi molto amareggiato per il ritiro al Mugello. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport al termine della corsa: “Sono stato sfortunato, perché sia successo lo stesso problema di Lorenzo, ma a lui in warm-up e a me in gara. Uno zero pesante per il campionato. Questa serie di motori deve avere problemi, dopo tot chilometri si rompe. E’ sempre un peccato ritirarsi, ma qui brucia ancora di più al Mugello, vista l’atmosfera. Mi sentivo bene, ero veloce e potevo lottare per vincere. Sarebbe stato bellissimo”.

Al nove volte campione del mondo viene successivamente chiesto se si aspettava un Jorge Lorenzo così aggressivo e forte in gara: “Mi aspettavo fosse veloce, perché aveva il passo già da ieri. Ho cercato solo una volta di passarlo, ma sono andato largo. Poi dietro mi sono messo a gestire e capire se potevamo andarcene rispetto a Marquez. Potevo trovare un posto dove passarlo, anche se ovviamente non era facile. Io ero molto veloce nel t2 e t3, anche in staccata ero più veloce, però dire ora dove sarei passato è facile. Potevo andare 2-3 decimi meglio di lui. Potevamo fare una bella lotta, visto che non la facciamo mai. Sarebbe stato bello, potevo battere Lorenzo”.

Infine a Valentino Rossi viene fatto notare che nel campionato MotoGP 2016 sembra essere più competitivo rispetto a un anno fa dato che anche in qualifica è migliorato: “La cosa più positiva è che sono moto competitivo quest’anno. Sono più veloce dell’anno scorso, anche rispetto a Lorenzo. Lui era un po’ più veloce nel 2015. Ci possiamo togliere delle soddisfazioni. Ad Austin ho sbagliato io e oggi la moto si è rotta, i due zero pesano sul campionato. Ora dobbiamo pensare ad arrivare davanti a Marquez e Lorenzo, mancano 12 gare e vedremo cosa succederà”.