Valentino Rossi: “Felice, ma conta domani. Vinales? Scia utile, preoccupa”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi in pole position al Mugello otto anni dopo l’ultima volta. Il numero 46 della Yamaha nelle qualifiche è riuscito a mettersi dietro un ottimo Maverick Vinales su Suzuki, suo prossimo compagno di squadra nel 2017 e del quale ha sfruttato la scia nel giro migliore effettuato.

Il nove volte campione del mondo ha scatenato la gioia dei suoi tanti tifosi presenti sulle tribune e i prati del circuito italiano, che si aspettano molto da lui anche domani i gara. Il passo per fare bene e provare a vincere sembra esserci, anche se i rivali gli daranno molto filo da torcere.

Proprio dal 2008 il Dottore manca la vittoria al Mugello e sicuramente sarebbe una grande iniezione di fiducia un’affermazione nel gran premio di casa. Certi successi danno quella spinta morale e quella fiducia fondamentale per proseguire al meglio la stagione e credere nel titolo.

Valentino Rossi in pole e fiducioso al Mugello

Dopo il turno di qualifiche Valentino Rossi si è concesso ai microfoni di Sky Sport per commentare il suo straordinario risultato. Queste le sue parole: “In qualifica sono più competitivo quest’anno. Abbiamo lavorato molto bene, soprattutto oggi, compiendo un bello step sulla moto. Sapevo di poter fare bene e di avere buon passo, però la qualifica è sempre difficile. Abbiamo fatto una buona strategia, siamo stati nel punto giusto al momento giusto. E’ stato un gran giro e sono contento.  La pole davanti a tutta questa gente è speciale, anche se è solo sabato c’è una grandissima atmosfera già. L’importante è domani, ancora non abbiamo fatto niente”.

L’analisi del pilota Yamaha, attualmente terzo nel campionato mondiale MotoGP, ha ammesso che nel suo giro migliore ha avuto un piccolo aiutino: “Sono stato fortunato ad avere davanti Vinales, la sua scia mi ha un po’ aiutato. Avrei potuto fare lo stesso un buon tempo, però non lo stesso poi ottenuto. Maverick va forte ed è tutt0 l’anno che lo fa. Pure Iannone va forte e non dobbiamo scordarci Lorenzo e Marquez”.

Si passa poi a parlare della sue sensazioni in ottica gara: “Ho un buon passo, anche se quello che ce l’ha migliore mi sembra Vinales. Poi ci sono io, poi Iannone. Nelle libere Marquez e Lorenzo sembravano più lenti, però vedremo domani in gara. Comunque partire davanti al Mugello è molto importante”.

Infine a Valentino Rossi viene chiesto se Maverick Vinales lo preoccupa in vista del 2017, in cui saranno compagni di squadra in Yamaha: “Mi dà preoccupazione, ma non sono preoccupato da oggi, lo ero già prima. E’ davvero molto forte ed è del 1995, anno in cui a me faceva già male alla schiena (ride, ndr)”.