Jorge Lorenzo: “Al Mugello mi servono bodyguard”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo arriva all’appuntamento del Gran Premio d’Italia da leader della classifica MotoGP e vincitore dell’ultima gara a Le Mans, oltre che in quella disputata proprio al Mugello un anno fa. Certamente parte come favorito per il successo finale.

Lo spagnolo vuole trionfare in casa del compagno e rivale Valentino Rossi per poter allungare nel Mondiale ed effettuare una prova di forza sia contro di lui che nei confronti degli altri avversari.

Il suo scopo per questo 2016 è ottenere il quarto titolo con la Yamaha, raggiungendo così il Dottore nel totale dei trionfi con la casa di Iwata. Intende lasciare da vincente il suo attuale team per poi buttarsi a capofitto nella sua nuova avventura in Ducati.

 

Jorge Lorenzo in conferenza dal Mugello

Jorge Lorenzo oggi è intervenuto in conferenza stampa al fianco dei suoi colleghi e si è così espresso per quanto riguarda l’appuntamento del Gran Premio d’Italia: “Il Mugello è una delle mie piste preferite, tanto tecnica e con tanti cambi di direzione, è adatta al mio stile di guida

Si è parlato del fatto che il campione del mondo in carica MotoGP debba essere seguito da delle guardie del corpo presso il circuito italiano per evitare episodi spiacevoli con i tifosi di Valentino Rossi. Lui ha confermato: “Nel paddock non so se siano necessarie, ma fuori penso di si. Ci sono molte persone in Italia, molti tifosi che non so come possano reagire. Se non dovessimo averne bisogno sarebbe meglio, altrimenti i bodyguard saranno pronte a lavorare“.

Infine si è parlato che del fatto che il prossimo anno in Ducati avrà Andrea Dovizioso e non Andrea Iannone come compagno di team: “Un bene avere Dovizioso come futuro compagno di box – spiega Jorge Lorenzo -, ma anche con Iannone mi sarei trovato bene. Ma ora però c’è questa stagione da affrontare e Valentino come compagno; ora sono concentrato al massimo su quest’anno”.