La Ferrari “flirta” con Nico Rosberg per sostituire Raikkonen?

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Nico Rosberg in odore di flirt con la Ferrari per il 2017.  L’indiscrezione, riportata dai colleghi del Corriere della Sera, ha subito fatto il giro negli ambienti della Formula 1, passando ovviamente per il web. Dal Reparto Corse di Maranello fanno però sapere che non c’è niente di concreto, perché la priorità del Cavallino in questo momento non sono i piloti.

“Il mio telefonino squilla sempre”, spiega in modo stringato quanto evasivo Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, lasciando intendere che la lista dei piloti interessati ad allacciare un contatto con la squadra del Cavallino, qualora a Maranello volessero sostituire Kimi Raikkonen alla fine di questa stagione (il 36enne finlandese è in scadenza di contratto), è molto, molto lunga.

Soprattutto, oggi la priorità della Ferrari è tornare a vincere una gara per rimettere in linea una stagione 2016 che si sta rilevando più difficile del previsto, complici i limiti tecnici della SF16-H emersi nel corso del GP di Barcellona.

Detto questo, le voci su Nico Rosberg stanno comunque facendo rumore nel paddock di Barcellona, teatro della due giorni di test in stagione. Secondo Giorgio Terruzzi, firma più che attendibile del Corsera, infatti, il leader del mondiale avrebbe avuto contatti con i vertici di Maranello, per sondare l’opportunità di guidare la Ferrari nel 2017, riscontrando un certo interesse dall’altra parte. In discussione ci sarebbe Kimi Raikkonen, che “a 36 anni è considerato un pilota troppo incostante”.

I “maliziosi” hanno subito parlato di una mossa per far crescere il suo valore di mercato, visto che prima dell’“incidente” di domenica scorsa il presidente della Mercedes, Dieter Zetsche, aveva dato per scontato che la coppia di piloti della Stella sarebbe stata confermata tale e quale anche per l’anno prossimo.

Ma l’ipotesi che il tedesco lasci il team di Brackley proprio nell’anno in cui potrebbe conquistare il suo primo titolo mondiale per formare un dream team in Casa Ferrari con un “compagno” di Sebastian Vettel non è (ancora) da scartare…