MotoGP, Jorge Lorenzo: “Michelin deve migliorare ancora”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Le gomme Michelin sono nel mirino dei piloti, in particolare di Jorge Lorenzo, che dopo la gara di Jerez vinta da Valentino Rossi ha criticato il brand francese. Ma spesso le mescole rischiano di trasformarsi in un alibi, tant’è che il maiorchino a Le Mans ha conquistato la vittoria e ha elogiato il lavoro dell’azienda.

Al termine del GP di Jerez il campione in carica della MotoGP aveva puntato il dito contro la mescola posteriore che non gli ha consentito di esprimere tutto il potenziale della moto, lamentando un eccessivo slittamento che ha contrassegnato anche la gara del Dottore e non solo. Condizioni simili per tutti, ma spesso diventano obiettivo di critiche quando non si riesce a trovare il feeling con la moto.

 

L’analisi di Lorenzo

In Francia Jorge Lorenzo ha elogiato il lavoro della Michelin e ha messo a segno una vittoria senza discussioni, al comando dal primo all’ultimo giro come suo solito: “Siamo contenti perché Michelin ha migliorato di molto, ma non solo funzionano bene, ma sono anche veloci. Dopo lo slittamento della ruota posteriore, che a Jerez ci ha dato problemi, a Le Mans è avvenuto solo in misura molto limitata. Sembra che tutti i driver siano entusiasti delle ultime gomme posteriori”, ha detto in un’intervista riportata da Speedweek.com.

Nessun dietrofront dopo le critiche mosse alla Michelin a Jerez, quando non è riuscito a dare l’assalto al primato di Valentino Rossi, autore di una tappa perfetta con pole e vittoria: “Ho detto la verità ed è quello che stavo pensando. Se trovo che i pneumatici devono essere migliorati, allora io dico la verità, perché è importante che capiscano se deve essere migliorata in un intervallo. Cosa che poi è stata fatta. Questo è molto importante. In passato, ci siamo lamentati di alcuni aspetti del pneumatico e, talvolta, non c’era alcuna reazione o molto tardi, ma la Michelin si impegna a migliorare ulteriormente il pneumatico e ci fornisce le migliori gomme”.

Ma perchè a Le Mans sono avvenute molte cadute? “Penso che con le gomme Michelin non abbiamo ancora la moto al cento per cento sotto controllo. La moto si muove di più e dipende principalmente dal pneumatico posteriore – ha aggiunto Jorge Lorenzo -. In uscita di curva la moto si muove quindi notevolmente. Durante la frenata, un grande miglioramento c’è stato sulla nuova gomma anteriore, ma la moto non è stabile come le gomme Bridgestone. A volte è fisicamente impegnativo perché bisogna essere concentrati per non commettere errori. La moto può perdere stabilità quando si frena troppo tardi o troppo duro. È il risultato di uno stile diverso a cui bisogna abituarsi… Non è facile, ma siamo sulla buona strada per ottenere le migliori gomme per tutti i piloti”.