Mercedes, Hamilton: “Nico lento”. Rosberg: “Non aveva spazio”

Mercedes F1
(©Getty Images)

Con il contatto clamoroso avvenuto tra le Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg poco tempo la partenza, il Gran Premio di Spagna a Barcellona ha regalato subito una prima ed inaspettata emozione. Le due frecce d’argento in testa alla classifica mondiale, sono uscite di scena e hanno lasciato strada alla vittoria di Max Verstappen su Red Bull e al doppio podio Ferrari.

Era attesa da parte della commissione una decisione in merito all’episodio avvenuto, che è stato giudicato un “incidente di gara” dai commissari e pertanto nessuno dei due piloti è stato punito in vista del Gran Premio di Monaco.

Lewis Hamilton ha così commentato ai microfoni di Sky Sport quanto avvenuto nelle fasi iniziali del GP: “Lui aveva fatto un errore ed era partito con un settaggio sbagliato del motore. Prima della gara abbiamo la possibilità di scegliere la regolazione del motore e ce n’è solo una, quella della massima potenza. Lui non ha scelto quella e si è ritrovato con 180 cavalli in meno. Lo stavo per prendere e mentre lo facevo lui non era nella traiettoria giusta. Avevo più spazio a destra che a sinistra, quindi sono andato lì anche perché ero molto più veloce. Mi sono affiancato con la ruota e l’ala, però dovevo evitare il contatto. Sono molto deluso, anche per tutte le persone che lavorano per la Mercedes”.

Nico Rosberg ha poi risposto al compagno di squadra spiegando il proprio punto di vista: “Ero consapevole della situazione e ho visto Lewis avvicinarsi, così sono andato per la solita azione di chiudere la linea interna e chiudendo la porta il più presto possibile. Mi sembrava chiaro che non ci fosse spazio per passare e sono rimasto molto sorpreso quando ci ha provato lo stesso. Comunque questo è il verdetto e lo accettiamo”. Il clima in casa Mercedes è più caldo e teso che mai.