MotoGP, Paolo Beltramo: “Lorenzo è imbattibile”

Paolo Beltramo
Paolo Beltramo (©getty images)

Il GP di Le Mans ha messo in evidenza lo stato di salute di team e piloti della MotoGP: Jorge Lorenzo resta il grande favorito in sella ad una Yamaha quasi impeccabile e al momento la moto più competitiva, Marc Marquez accusa qualche problema sulla Honda pur dimostrando di aver trovato la mentalità del vero campione, Valentino Rossi resta tra i candidati al titolo a patto di riuscire ad essere sempre costante nelle qualifiche.

Quest’anno nella lotta fra i tre big della classe regina s’inserisce l’incognita gomme Michelin che offre cadute a tutto spiano quando meno te lo aspetti. In una lotta a tre sul filo del rasoio una scivolata può essere fatale per la classifica e decisiva per gli avversari. Saranno i piloti con la loro esperienza a fare la differenza, in attesa che i tecnici ai box riescano a trovare quell’aggiornamento che possa fare guadagnare quel decimo in più. Eppure Jorge continua a mostrare quel qualcosa in più che lo avvicina alla perfezione.

Le pagelle Yamaha di Beltramo

Paolo Beltramo analizza la gara di Le Mans in modo lucido e da esperto commentatore: “Quando le cose vanno per il verso giusto Jorge non sbaglia: scappa e va, e tanti saluti allo spettacolo, alla bagarre, alla lotta corpo a corpo. Il suo modo di correre è un elogio dello stile, della precisione di guida, della bellezza di un assolo. Perfetto, implacabile, imbattibile semplicemente. Ora è anche primo in campionato – ha scritto Beltramo sul sito Redbull.it -. Di poco, 5 punti, ma è lassù. Con tanti saluti alle malelingue e ai dietrologi che affermavano che a Jerez Michelin avesse favorito Rossi e che la Yamaha lo avrebbe boicottato dopo la firma con Ducati. Ed è questo l’aspetto migliore del suo successo: confermare la bellezza e la credibilità di questo sport”.

Il secondo posto di Valentino Rossi mantiene fulgidi i sogni del decimo titolo e, a detta di molti, sembra più in forma della scorsa stagione: “Quest’anno Rossi è più competitivo dell’anno scorso. Anche se ha meno punti e ha vinto una sola gara. Con la nuova elettronica e le Michelin si trova bene”, ha proseguito Paolo Beltramo. “Certo, stavolta era meno veloce di Lorenzo, ma dopo prove difficili ha comunque portato a casa il massimo. E ha ridotto il distacco dal primo a 12 punti. Sua anche la battuta del giorno “se non mi slittava la gomma dietro da metà gara andavo a prendere Lorenzo e lo battevo…”. Il riferimento a quanto dichiarato dal compagno/rivale/acerrimo è del tutto voluto”.