Ramon Forcada: “Il rivale di Lorenzo adesso è Marquez”

Ramon Forcada
Ramon Forcada (©Getty Images)

Ramon Forcada è il capo-tecnico di Jorge Lorenzo dal 2009 e insieme in Yamaha hanno vinto finora tre titolo mondiali in MotoGP. Un binomio vincente dunque il loro e che potrebbe proseguire anche in Ducati, seppur finora sia stato ufficializzato solamente il passaggio del pilota a Borgo Panigale e non del suo uomo di fiducia.

A Le Mans il maiorchino è tornato a vincere, dopo la gara d’esordio in Qatar, e si è rimesso in testa alla classifica mondiale MotoGP 2016. Una vittoria da vero dominatore, davanti al compagno di squadra e rivale Valentino Rossi, distanziato senza troppa fatica. Il campione del mondo in carica vuole vincere il suo sesto titolo in carriera e proverà a vincere anche al Mugello nel prossimo gran premio stagionale.

 

Ramon Forcada elogia Jorge Lorenzo

Ramon Forcada ad AS ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti la situazione di Jorge Lorenzo dopo il fondamentale successo ottenuto in Francua nell’ultimo week-end: “Per noi sono 25 punti molto importanti per il campionato. Essere leader ora è positivo, ma è meglio esserlo fino alla fine. E’ una vittoria che abbiamo meritato, come era stato l’anno scorso, ma adesso bisogna pensare a Mugello. Ci aspettavamo una pista difficile, come al solito”.

Il pilota spagnolo ha già firmato per la Ducati, però non sembra affatto distratto dal proprio futuro. Tutt’altro, è molto concentrato sul suo presente per vincere il suo quarto titolo in MotoGP con Yamaha. Il suo capo-tecnico si esprime così in merito: “Questo ha sempre fatto, da quando era più giovane e ora è maturato. Nulla distrae Jorge quando sale sulla moto”. E spunta fuori un interessante aneddoto riguardante la gara vinta a Le Mans: “Quando aveva già un buon vantaggio abbiamo esposto la lavagna con scritto OK, ma lui non voleva abbassare il passo e  questo è il modo per rimanere concentrati. Gli altri erano sul 34 e lui era ancora in 33, 33 e 33. Lui dice che lo fa perché è il suo modo di non distrarsi. Naturalmente, alla fine mi ha rovinato la scheda con tre 34 …”.

Si parla poi di classifica e di quello che in questo momento va considerato il rivale più temibile per Jorge Lorenzo in ottica titolo: “Se siamo primi, guardiamo il secondo e quando andiamo secondi guardiamo il primo. Ora Marquez è secondo, quindi ovviamente è lui è il rivale”. Non viene menzionato Valentino Rossi, che comunque è terzo e distante solamente 12 lunghezze dal maiorchino. Ma Ramon Forcada sa che anche lui sarà della partita.