Carlo Pernat: “Gomme Michelin… non se ne può più”

Carlo Pernat
Carlo Pernat (© Getty Images)

GP di Le Mans da dimenticare per entrambi i piloti della Ducati che non arrivano al traguardo a causa di una caduta. Secondo il manager ligure Carlo Pernat la colpa è da attribuire alle gomme Michelin che non sarebbero, a suo dire, all’altezza della MotoGP.

Dopo una grande partenza Andrea Dovizioso è transitato sul traguardo del primo giro in seconda posizione, in scia al leader della gara Jorge Lorenzo, mantenendo la posizione fino al sesto giro, quando è stato superato dal compagno di squadra Andrea Iannone, però scivolato il giro seguente. Il Dovi è stato poi sorpassato da Valentino Rossi al 13° giro ed è rimasto al terzo posto davanti a Marquez per i due giri successivi, prima della scivolata alla curva 7 che ha messo fine alla sua gara.

Gomme Michelin ‘sotto osservazione’

Un doppio ko che ha tanto il sapore di beffa se si considera l’andamento delle prime gare, dove i colpi di sfortuna non sono certo mancati. Ma stavolta Carlo Pernat punta l’indice sulle gomme Michelin: “Ragazzi miei di queste gomme Michelin non se ne può più. Non è possibile che la Ducati abbia tutti questi problemi con le gomme – ha detto il manager genovese -. Non si può sempre accusare i piloti per le cadute. Oggi sia Iannone che Dovizioso con il ritmo che tenevano non avrebbe potuto fare di più ed il davanti si è chiuso facendoli cadere. Bisogna anche dire la verità e smetterla di dire che i piloti si debbano accontentare, non esiste pilota al mondo che lo faccia”.

Alla fine della gara in terra francese Carlo Pernat si consola con la vittoria del suo Genoa: “Da Le Mans un gran godere per le tre pere nel derby. Genoa 3 Samp 0. Se Gasperini se ne va bisogna andare a cercare Preziosi e dirgli tutto quello che pensiamo di lui. Gasperini il miglior allenatore che ha avuto il Genoa negli ultimi 60 anni, forse il migliore in assoluto. W il grifo”.